huawei google

Gli smartphone Huawei senza servizi Google sono ormai realtà, e tranne qualche caso dobbiamo fare a meno di Big G se scegliamo di acquistare un top di gamma del colosso cinese colpito dal ban statunitense. Attualmente in Italia sono disponibili senza servizi Google gli Huawei Mate 30 Pro e P40 Lite, con il produttore cinese che ha implementato il più possibile le sue librerie e lo store AppGallery per non far soffrire gli utenti della mancanza delle note app di Google.

Tuttavia, non è un caso che gli smanettoni di software stanno cercando di mettere online dei metodi per provare a installare i servizi Google anche sugli smartphone Huawei che ne sono privi. Ma in alcuni casi l’hacking è pericoloso, soprattutto perché ci si basa degli APK esterni o su applicazioni che impongono installer sconosciuti e diverse autorizzazioni ai proprietari di smartphone. Purtroppo malware e trojan sono sempre in agguato quando si tratta di fare installazioni artigianali.

 

Huawei smartphone: installare i servizi di Google è pericoloso

A livello personale noi di Tecnoandroid non ci sentiamo di consigliare software alcun tipo di questi metodi, e purtroppo in merito a Huawei Google è stata chiara:per proteggere la privacy degli utenti, la loro sicurezza e salvaguardare l’esperienza complessiva, Google Play Store, Google Play Protect e le app principali (incluse Gmail, YouTube, Maps e altri) sono disponibili solo su dispositivi certificati Play Protect.

In un altro estratto afferma:a causa delle restrizioni […], i nuovi modelli di Huawei, resi disponibili al pubblico dopo il 16 maggio 2019, non sono stati in grado di passare per questo processo di sicurezza e non avranno Play Protect preinstallato. Di conseguenza, sono considerati ‘non certificati’ e non saranno in grado di utilizzare le app e i servizi di Google.

In merito agli hacker che provano a installare servizi Google sugli smartphone, Big G commenta:il sideload delle app di Google comporta anche un alto rischio di installazione di software che potrebbe essere stato alterato o manomesso in modi che possono compromettere la sicurezza degli utenti“.

Insomma, c’è poco da fare per chi ha acquistato un smartphone Huawei nel 2020: non è possibile installare i servizi Google in modo sicuro e affidabile, e alla fine non conviene rischiare il proprio device o altri guai per avere i servizi di Big G. Se avete bisogno di applicazioni per il vostro smartphone Huawei dovete rivolgervi ad AppGallery oppure cercare soluzioni come TrovApp.