unipolsai accusata di pubblicità ingannevole

In un periodo storico in cui le assicurazioni sulle auto sono diventate un argomento molto caldo, UnipolSAI fa parlare di se stessa e della sua pubblicità in maniera costante. Capace di aver spinto la UNC a provvedere con un esposto, il nuovo spot pubblicitario che ha invaso le case di ogni cittadino è risultato illusorio e fuorviante in quanto promettente qualcosa di non esattamente vero. Cosa? Il mese gratuito ostentato nell’hashtag #UnMesePerTe, diventato anche slogan della stessa compagnia assicurativa.

UnipolSAI nell’occhio dell’inchiesta pubblica: cosa dirà l’Antitrust  davanti alla sua pubblicità fuorviante ed illusoria?

L’Unione Nazionale Consumatori ha detto no: nell’esposto redatto ed inviato all’Antitrust un’importante affermazione è stata fatta ossia che un momento difficile come quello che si sta vivendo non può essere oggetto di marketing. La UNC si è dunque scagliata contro UnipolSAI che ha ostentato di restituire un mese di RC auto a tutti i suoi clienti senza però segnalare un importante dettaglio: il regalo interviene solo in caso di rinnovo della stipula assicurativa non configurandosi affatto come una restituzione.

Massimiliano Dona, rappresentante dell’Unc ha descritto la mossa pubblicitaria di UnipolSAI come “una campagna che mira ad invogliare l’assicurato a non cambiare compagnia, che vuole fidelizzare il cliente. Un mese che più che per te, sembra più utile a loro. Con uno sconto di appena l’8,3%, infatti, mirano a conservare il loro portafoglio clienti.”.

Al riguardo la stessa compagnia assicurativa non si è ancora espressa, sarà necessario attendere il  giudizio dell’Antitrust per assistere alla conclusione dei fatti.