whatsapp-aggiornamento-messaggi-autodistruzione-aggiornamento-android-smartphone-ios-versione-beta

In questo 2020 Android compirà 12 anni, e mentre si attende la fine del roll out per la decima versione del software, si può già iniziare a pensare al nuovo update che arriverà a fine anno.

Sembra quasi scontato che tutti i device in nostro possesso, eccetto quelli associati ad altri OS, vengano aggiornati alle nuove versioni del robottino verde. In realtà, prima che Android divenisse così popolare e fosse inglobato nell’impero Google, ha dovuto superare altri step. Ecco dunque 10 curiosità che forse non conoscevate in merito ad Android.

Android: nel 12° anniversario, qualche curiosità sulla sua storia

  1. Inizialmente Android nasce nel 2003 come programma informatico dall’intuizione dei suoi inventori Rich Miner, Nick Sears, Chris White e Andy Rubin, fondatori appunto dell’Android Inc. in California.
  2. Secondo le idee dei suoi creatori, l’obiettivo dell’esistenza di Android era solo quello di creare un dispositivo che potesse interagire con la posizione GPS e le preferenze indicate dal proprio proprietario.
  3. L’operatore americano T-Mobile, di cui Sears e Rubin erano rispettivamente vice-presidente e programmatore, fu il primo a pensare di acquistare l’OS.
  4. Il primo telefono che comparve con la prima versione di Android fu l’HTC Dream, nel 2008. Il Dream G1 non aveva il jack per le cuffie da 3,5 mm, per cui andava utilizzato uno scomodo adattatore, e in più non aveva un touch screen, bensì una tastiera fisica.
  5. Prima che Google rilevasse l’azienda, nel 2004 all’OS era interessata Samsung, che però decise di non acquisirlo perché poteva vantare ancora poche applicazioni partner. Con soli 50 milioni di dollari, Google riuscì ad accaparrarsi Android nel 2005, segnando una delle più grandi occasioni ben sfruttate nella storia della tecnologia.
  6. La propensione di Android ad utilizzare nomi di dolci per i propri aggiornamenti (Cupcake o Pie per citarne alcuni) è stata spiegata in occasione del lancio di 4.4 KitKat: “Dato che questi dispositivi rendono la vita più dolce, ogni versione è dedicata ad un dessert”.
  7. La versione 3.0 di Android non è mai sbarcata su smartphone: dopo lo sbarco fallimentare su tablet, la 3.0 HoneyComb non è mai stata rilasciata per i restanti dispositivi.
  8. L’immagine ormai iconica del robottino verde, che divenuto per antonomasia il simbolo Android, fu disegnata da una dipendente Google di nome Irina Blok, che per disegnarla si ispirò alle stilizzazioni delle figure umane usate sulle porte dei bagni.
  9. Il Sony Ericsson LiveView corrisponde al primo smartwatch su cui Android sia mai stato installato. Già nel 2010 consentiva di vedere SMS, Twitter, Feed Rss ed interagire col lettore multimediale dello smartphone.
  10. Nel 2009, l’allora CEO di Google Eric Schmidt faceva parte contemporaneamente del CdA Apple, ma a causa della crescente competizione tra le due aziende, abbandonò la carica nell’azienda di Cupertino per via del conflitto di interesse che essa comportava.