Anno nuovo, vita nuova. Questa è una delle cose che si dice ogni volta che arriva l’anno nuovo, no? Una cosa che purtroppo non cambia mai è che con l’arrivo del nuovo anno ricomincia il ciclo delle tasse, come tutti gli anni, con il 2020 che non fa eccezione. Tra le tasse che ci toccano ogni anno, abbiamo naturalmente il bollo auto, una delle più seccanti.

Cosa cambia sulla tassa del bollo auto di quest’anno

La procedura per effettuare il pagamento del bollo auto 2020 subirà dei cambiamenti, che però non dovrebbero cambiare pressoché nulla per gli utenti paganti. Si tratta del PagoPa, un sistema disposto dall’Agenzia delle Entrate. In sostanza, tramite i PSP (Prestatori di Servizi di Pagamento) aderenti, sarà possibile effettuare pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione. Pertanto sarà possibile pagare tramite la apposita applicazione dell’Ente, oppure andando fisicamente in banca, tramite banche online o anche uffici postali, Sisal, Lottomatica e altri sistemi. Ma è davvero possibile avere degli sconti? Sì, ma non per tutti purtroppo. Tutti i possessori di un veicolo di tipo storico o collezionistico, immatricolati tra i 20 e i 29 anni fa, avranno diritto a uno sconto del 50%. Ma c’è di più: per coloro che abbiamo acquistato un’auto ibrida o elettrica, sarà prevista per un certo periodo di tempo e in base alla regione di residenza, una totale esenzione dal pagamento del bollo. Per calcolare a quanto ammonta il vostro bollo auto, potete andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate o su quello Aci. Sarete in tempo a pagarlo, fino all’ultimo giorno del mese successivo alla scadenza.