Michelin Uptis è finalmente una realtà, ma per vederlo sulle auto civili occorrerà aspettare il 2024. Michelin e General Motors hanno annunciato una partnership di ricerca, durerà almeno cinque anni, in cui le due società intendono testare questo prototipo.

Michelin inventa la gomma che non si buca mai: la tecnologia airless

La sperimentazione è già attiva sul modello Chevrolet Bolt EV e nei prossimi anni sarà ampliata su i veicoli Bolt EV nel Michigan. Uptis segna una rivoluzione perché essendo “airless“, senza camera d’aria, elimina il rischio di forature e permette un sostegno maggiore della vettura.

Tra i benefici dello pneumatico c’è l’eliminazione della ruota di scorta, oltre a una riduzione dei tempi d’inattività e manutenzione. Anche i risparmi sono importanti. Oltre alle tasche sarà felice anche l’ambiente.

In fase di produzione, Uptis garantisce una riduzione delle materie prime rispetto alla realizzazione di uno gomma tradizionale. Uptis dimostra che la visione di Michelin della mobilità sostenibile è un sogno super applicabile.

Dal punto di vista energetico infatti le Michelin Uptis permettono di limare i consumi di carburante in eccesso dovuti alla guida con pneumatici sgonfi. Ma ci si aspetta anche un abbassamento notevole della quantità di PFU (Pneuamtici Fuori Uso) destinati al riciclo e smaltimento poiché la ”base” si potrà utilizzare fino al doppio delle volte rispetto a quella normale.