vpnNell’ultimo periodo in rete avrete sicuramente letto di utenti atti ad utilizzare le VPN per accedere tranquillamente alle liste IPTV, ed anche illegalmente ai canali di Sky. In tanti ci avete domandato quale fosse il legame esistente tra le parti, la risposta può essere spiegata con una sola parola: anonimato.

Andiamo con ordine, dal momento in cui vi collegate ad internet con un qualsiasi dispositivo dovete sapere che potrete essere sempre rintracciati “a causa” dell’indirizzo IP, ovvero un codice che individua univocamente il terminale connesso alla rete e lo localizza nel mondo (oltre che ne memorizza le ultime attività svolte).

Le liste IPTV non sono altro che un insieme di link, infatti se ricordate la connessione attiva è indispensabile per il funzionamento, diretti ad un server da cui partono le trasmissioni e lo streaming video. Unendo le due nozioni, è facile comprendere come l’illegalità sia impossibile, sopratutto a causa della localizzazione dell’IP.

 

VPN: ecco perchè vengono utilizzate

Da qui deriva la necessità di utilizzare le VPN, ovvero un servizio che garantisca la navigazione anonima per mezzo della creazione di un tunnel crittografato tra il client (ovvero il dispositivo che utilizzate per collegarvi alla rete) ed il server da cui ricevete le informazioni. Il mascheramento dell’indirizzo IP è la conseguenza ed il raggiungimento dell’obiettivo desiderato, in questo modo teoricamente l’utente non dovrebbe essere facilmente rintracciabile.

Al momento in rete esistono servizi gratuiti ed a pagamento, leggendo il nostro articolo capirete che, almeno secondo la nostra modesta opinione, forse è davvero meglio pensare di puntare verso la soluzione in abbonamento.