credito telefonico azzerato

Tutte le compagnie telefoniche stanno attraversando un lungo periodo di crisi finanziaria. Le prospettive di mercato non sembrano incoraggianti e la perdita in termini di fatturato comincia a diventare importante e preoccupante. Si parla infatti di oltre 11 miliardi di Euro persi in un decennio.

Compagnie telefoniche: le scelte sbagliate… si pagano care

I gestori di telefonia mobile hanno esagerato un po’ con i clienti negli ultimi anni. Tante sono state le truffe e le frodi ai danni dell’utenza, senza contare la fatturazione delle tariffe a 28 giorni. I clienti, stufi da tali atteggiamenti, hanno perso la fiducia negli operatori telefonici, e questo ha fatto sì che si perdesse quella “fidelizzazione” alla compagnia che si poteva trovare 10/15 anni fa.

Parlando nello specifico della questione legata alla fatturazione a 28 giorni, i gestori speravano così, di introdurre una tredicesima mensilità da far pagare ai clienti nell’arco di un anno. Al posto di aumentare i profitti, questa e le altre manovre fraudolenti hanno portato ad una perdita del fatturato fra il 24% e il 27% in soli 8 anni. Oltre alla perdita monetaria, si è avuto anche un crollo della qualità.

Leggi anche:  Creami Wow Weekend: oggi e domani GIGA, sms e minuti illimitati per 4,99 euro

Grazie a queste iniziative però, sono nate le compagnie online come Iliad, .ho, kena mobile e molte altre, le quali hanno proposto prezzi allettanti e molto bassi con pacchetti all-inclusive ricchi di servizi.

Sembra però che la crisi dei gestori non abbia toccato solo l’Italia, ma sia arrivata anche in Francia, in Spagna e nel Regno Unito. Chissà se con il 5G, per il quale tanto è stato investito, le cose non possano cambiare anche alla luce dei cospicui investimenti fatti. Rimanete connessi con noi per essere sempre aggiornati sulle ultime novità.