Canone Rai

Il canone Rai è un imposta televisiva, conosciuta anche come abbonamento Rai, a cui tutti noi italiani siamo assoggettati. Sin dalla sua nascita, quest’ultimo è sempre stato uno dei principali argomenti di discussioni in giro per l’Italia. Essendo obbligatorio, infatti, gli utenti che si lamentano di questo pagamento sono costantemente in aumento.

Negli anni sono stati centinaia di migliaia gli utenti che si sono rifiutati di pagarlo evitando quindi di versare il bollettino arrivato a casa. Ad oggi però, come ben noto a tutti, omettere il pagamento del canone Rai è diventato impossibile poiché quest’ultimo arriva diviso in più parti nelle bollette Enel. Al contrario di come si pensi, però, in realtà non è proprio cosi. Anche in questo caso, infatti, possiamo evitare il pagamento attraverso alcuni metodi. Scopriamo di seguito come fare.

Stanchi del Canone Rai? Ecco come non pagarlo

In Italia il canone Rai è obbligatorio per tutti coloro che posseggono almeno un televisore nella propria casa.  Nonostante questo, però, ci sono alcuni casi in cui possiamo richiedere la sospensione del pagamento. Scopriamo alcuni di questi qui di seguito:

  • Coloro che hanno un’età pari o superiore a 75 anni e un reddito non superiore a 6.713,98 euro;
  • Gli agenti diplomatici (art. 34 della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961);
  • I funzionari o gli impiegati consolari (art. 49 della Convenzione di Vienna del 24 aprile 1963);
  • I funzionari di un’organizzazione internazionale;
  • I militari di cittadinanza non italiana e/o che fanno parte del personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze armate della NATO (art. 10 della Convenzione di Londra del 19 giugno 1951).
Leggi anche:  DVBT2: nuovo digitale terrestre in arrivo, Italiani costretti a cambiare TV

Oltre i casi sopracitati, sono esenti dal pagamento del Canone Rai anche coloro che posseggono più di una casa e che quindi lo pagheranno una solo volta e coloro he non posseggono un televisore.