I clienti di Poste Italiane sembrano non avere un momento di pace visto che vengono spesso gettonati dagli attacchi dei cybercriminali. Solo qualche settimana fa, ad esempio, questi ultimi possedenti una carta PostePay si sono dovuti preoccupare di finti pagamenti tramite Bancomat ed oggi, invece, devono prestare attenzione alle email ricevute.

Una nuova ondata di phishing, infatti, si è impossessata delle caselle postali dei possessori di PostePay e PostePay Evolution tendendo delle vere e proprie trappole. Purtroppo riparare ad eventuali danni è difficile e proprio per questo motivo, oggi, vi illustriamo come riconoscere il phishing ed evitarlo senza visionare neanche i messaggi.

PostePay: l’ultima truffa ti obbliga a stare attento al link

L’ultima truffa che infesta le caselle postali degli utenti ha lo scopo di collezionare i dati personali di quante più persone possibili. Secondo quanto riportato dalle testimonianze, molti utenti hanno affermato che a prima vista l’email può sembrare vera vista la professionalità utilizzata… nonostante ciò, al suo interno possiede comunque degli elementi negativi.

Leggi anche:  Poste Italiane: i dati sensibili delle PostePay sono in pericolo

In quest caso, ad esempio, è proprio l’email in sé e per sé a non funzionare visto il messaggio che contiene; con questo tentativo di phishing, gli utenti PostePay vengono allarmati senza motivo per un presunto blocco della carta. Ovviamente questa comunicazione è falsa e la carta non è stata realmente bloccata, ma i cybercriminali vogliono far pensare il contrario, motivando l’utente ad aprire il link contenuto e compilare il form per la richiesta di sblocco.

Una volta effettuato questo passaggio, la truffa potrà dirsi completa.