avvisi fraudolentiNessuna tregua per i clienti di Poste Italiane, i tentativi di frode online non sono finiti e continuano a circolare puntano al loro denaro. Gli hacker perfezionano sempre più le loro tecniche e le loro email phishing al fine di convincere ed ingannare gli utenti. Il trucco, però, è sempre lo stesso, un inganno psicologico che tenta di invogliare la vittima ad inserire tutti i dati sensibili su un sito clone, a sua insaputa. I malfattori, così, ottengono il libero accesso al conto del cliente e possono svuotarlo senza alcun problema con un semplice clic.

L’unica soluzione utile agli utenti è il riconoscimento dei tentativi di frode online o, comunque, l’evitare di inserire le proprie credenziali online solo perché richiesto da comunicazioni sospette.

PostePay: email ed SMS fake possono essere riconosciuti così da evitare le truffe online!

Identificare i tentativi di frode è molto semplice ma richiede la massima attenzione. Gli utenti, infatti, devono leggere attentamente le comunicazioni ricevute tramite email o SMS ed evidenziare determinati dettagli. La presenza di link di accesso rapido, la richiesta dal tono intimidatorio e preoccupante di inserire i propri dati, la comunicazione riguardante un problema della carta. Queste sono tutte caratteristiche del phishing. Gli errori grammaticali e il mittente sospetto, seppur nascosto dietro il nome di Poste Italiane, devono suscitare maggior attenzione.

Leggi anche:  PostePay: arriva un nuovo tipo di truffa che può prosciugare le carte

L’utente, in presenza di tali avvisi fraudolenti, deve semplicemente procedere con l’eliminazione del messaggio, senza cliccare in alcun link o inserire credenziali. I problemi comunicati sono fittizi, quindi, è fondamentale non lasciarsi sopraffare dalla preoccupazione.