offerta DAZN Serie A

Anche il secondo weekend di Serie A ha visto l’utenza di DAZN andare su tutte le furie. Gli utenti hanno segnalato diversi problemi nel corso del match Napoli-Milan, riscontrando ritardi nella trasmissione, una qualità visiva bassa e salti di connessione improvvisi.

Il centralino del servizio clienti DAZN è praticamente andato a fuoco per le lamentele ricevute dai tifosi, tanto che l’associazione Aidacon, per voce dell’avvocato Carlo Claps, ha deciso di vederci chiaro.

Due flop su due è troppo per chi è costretto a pagare il doppio abbonamento. Peccato perché i tifosi napoletani hanno goduto da casa lo spettacolo delle prime due vittorie della squadra soltanto in parte. Avv. Carlo Claps, presidente Aidacon.

Queste dichiarazioni dell’avvocato Carlo Claps, presidente di Aidacon, si aggiungono a margine della questione del doppio abbonamento pay-tv di cui DAZN e Sky si sono resi responsabili, tormentando praticamente i clienti con pratiche commerciali al limite della legalità. Anche in questo ambito, le autorità stanno cominciando a muoversi con un’indagine di cui vi aggiorneremo.

 

DAZN: due weekend di passione e colpe da condividere

Il bilancio complessivo delle prime due giornate di Serie A è decisamente negativo. La connessione in alcune zone d’Italia è ancora scarsa, impedendo agli utenti di vedere qualsiasi evento sportivo senza subire disservizi. Le interruzioni del segnale e i ritardi rispetto al tempo reale sono colpe difficili da digerire per i tifosi.

Leggi anche:  Mediaset Premium: Serie A in regalo con DAZN e l'abbonamento da 14,90 euro

Ma siamo sicuri che DAZN è davvero l’unico responsabile? Diciamo che la risposta è “no”. Questo perché l’infrastruttura di rete per navigare in Internet in Italia non è ancora all’altezza di tante nazioni europee, nonostante le innovazione tecnologiche (come il 5G e DVB-T2) che siamo pronti a sviluppare. DAZN, tuttavia, è sempre colpevole, soprattutto di aver sottovalutato le infrastrutture per lo streaming che aveva contato di utilizzare.

Al momento, nemmeno il promesso aiuto offerto dal partner TIM per la cura tecnica del servizio di trasmissione di rete pare aver giovato. L’azienda e DAZN stanno lavorando per risolvere il problema, ma davvero riusciranno ad agire prima della terza giornata di campionato?