Apple: addio ai cavi Lightning

Tutti i fan di Apple stanno attendendo il mese di settembre con ansia, a causa della presentazione dei nuovi dispositivi. Tra questi dovremmo trovare tre nuovi modelli di iPhone, iPad e anche iMac, oltre al sistema operativo iOS 12.

Secondo le ultime indiscrezioni, l’azienda di Cupertino potrebbe essere costretta dall’Unione Europea ad abbandonare lo storico cavo Lightning che ha sempre accompagnato i suoi device.

 

Apple potrebbe abbandonare il cavo Lightning

L’Unione Europa, dopo aver archiviato il caso Google, a cui è stata commissionata una multa da ben 5 miliardi di dollari, sta pensando ad un altro gigante della tecnologia. I commissari per la concorrenza ed il mercato interno, Margrethe Vestager ed Elzbieta Bienkowsk, avrebbero presto di mira Apple.

La commissione ha intenzione di aprire un caso, messo in passato da parte, per concentrarsi sul problema dei connettori dei dispositivi. Il caso in questione risale a qualche anno fa, quando la CE ha chiesto ai produttori di smartphone di abolire tutti i connettori Lightning, a favore di quelli Micro-USB. Nel 2009 ben quattordici aziende hanno firmato un concordato per l’armonizzazione dei caricabatterie degli smartphone lanciati nel 2011.

Leggi anche:  iPhone 2018 da 6,1 e 6,5 pollici: ecco svelato il design finale

L’unico connettore proprietario al momento sul mercato è quello di Apple, per questo motivo l’azienda è stata presa di mira dalla Commissione Europea. La Vestager ha dichiarato: “la Commissione effettuerà a breve uno studio di valutazione dell’impatto per valutare costi e benefici di diverse altre opzioni“. Bisogna ancora capire le intenzioni della Commissione nei confronti di Apple anche se, secondo le ultime indiscrezioni, l’azienda potrebbe già adottare lo standard USB-C nei prossimi iPhone.