Mediaset PremiumMediaset Premium sta attraversando un brutto, se non bruttissimo, momento. A partire dal prossimo anno la visione della Champions League non sarà più garantita e, inoltre, i canali dell’alta definizione sono stati completamente rimossi fino a data da definirsi. In tantissimi stanno minacciando la disdetta dell’abbonamento, i tempi sono davvero bui per l’azienda italiana.

Il periodo da dimenticare ha avuto inizio verso dicembre 2017, mese in cui i diritti TV per il prossimo triennio di Champions League sono ufficialmente entrati nelle mani di Sky (con la visione delle migliori partite del mercoledì sulla Rai). Il calcio che conta è andato, nella speranza di vedere almeno la prossima Serie A, Mediaset Premium ha cercato di mettere una pezza con un accordo commerciale con la rivale (che vede la migrazione di canali sul digitale terrestre e viceversa), ma niente è stato risolto.

Leggi anche:  Mediaset Premium: il Natale 2018 si avvicina con questi sconti e prezzi incredibili

 

Mediaset Premium: la fine è vicina a causa dei nuovi canali di Sky

A causa dei limiti di un sistema di trasmissione poco malleabile, l’azienda è stata costretta a rimuovere definitivamente i canali dell’HD e del +24, proprio per far posto ai 5 nuovi di Sky. In un mondo che punta già all’8K, pensare di pagare un canone mensile per non accedere ai contenuti almeno in alta definizione ha portato gli abbonati all’esasperazione con tantissime minacce di disdetta.

Al momento vogliamo sottolineare quanto la colpa di tutto questo non sia direttamente di Mediaset Premium, ma dello stesso digitale terrestre. L’azienda poco poteva fare, le frequenze radio sono limitate e, da una parte o dall’altra, doveva pur togliere qualcosa.