android-caotic-google-play2 copia

 

Il Play Store, da quando è stato lanciato fino ad adesso, ha visto un continuo pullulare di applicazioni, e spesso in questo intricato panorama è difficile far risaltare la propria.

Per questo Google si è attivato per dare una mano agli sviluppatori di applicazioni per Android, mettendo loro a disposizione dei particolari badges caratterizzati dal caratteristico logo dello store.

Per gli sviluppatori, è infatti estremamente importante ottenere un’adeguata visibilità della propria app a quante più persone possibile.

A questo scopo Google ha creato una pagina web che permette di inserire il nome della propria app oppure l’URL da cui reperirla, e creare così un “badge” da poter inserire sul proprio sito web o qualsiasi altro tramite il codice HTML. Cliccando sul badge le persone potranno scaricare direttamente l’applicazione dallo Store di Google Play.

Creare il proprio badge è semplicissimo e Google offre anche un’ampia scelta per quanto riguarda le varie dimensioni da dare al proprio badge. Si spera, comunque, che Google aggiunga in futuro altre opzioni di personalizzazione per il proprio badge, come colori diversi e magari la possibilità di usare dei contorni diversi da quelli dritti attuali.

 

L’idea è molto carina, sicuramente risulterà utile a molti sviluppatori che vogliono diffondere la propria app in maniera rapida e sicura.

Ecco qui i badge attualmente disponibili:

Screen-Shot-2013-01-12-at-12

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”