Un dispositivo identificato come “Xiaomi Berlin” è apparso nel database di Geekbench il mese scorso. Lo ha scoperto il solito Roland Quandt, insider davvero affidabile. Lo smartphone sembrerebbe essere essere un mid-ranger equipaggiato con Snapdragon 632, un chip ancora non annunciato.

Stando a quanto riportato da Geekbench, il processore ha sei core, sebbene Quandt insista nell’affermare la presenza di otto core. Qualcomm dovrebbe lanciare quest’anno almeno tre nuovi chip appartenenti alla serie Snapdragon 600; SD 632 avrebbe dovuto essere a bordo di Xiaomi Redmi Note 5, ma l’azienda ha successivamente optato per la combo 625/636.

Xiaomi Berlin dovrebbe vedere implementati 3 GB di RAM e Android 7.1.2 Nougat, ovviamente con interfaccia proprietaria MIUI 9. La presenza di questa versione del sistema operativo suggerisce che il dispositivo appena scoperto è probabilmente un’unità di pre-produzione o un prototipo – considerando altresì che tutte le offerte del 2018 sono basate su Oreo.

Tra l’altro, il produttore di Pechino potrebbe anche essere tra i primi OEM ad adottare la nuova soluzione Snapdragon 700 che Qualcomm ha presentato al Mobile World Congress all’inizio di questo mese. I chip Snapdragon 700 mirano a colmare il divario tra la serie 600 e la top gamma 800, offrendo funzionalità premium come l’elaborazione avanzata delle immagini. La nuova linea di chip dovrebbe essere commercializzata nella seconda metà dell’anno.