Lo standard 5G, quello che permette la velocità di connessione più alta di sempre, sembra essere più vicino. L’Italia, dal canto suo, sarà in prima linea.

5G, l’Italia sarà uno dei primi paesi al mondo a sperimentarlo

La connessione da mobile sta lentamente e continuamente migliorando. Dopo aver visto 3G, 4G e 4.5G, l’arrivo dello standard 5G sembra essere sempre più vicino.

In una intervista rilasciata da Fabio MoresiHead of Wireless Marketing di Huawei Italia, siamo riusciti a capire il livello raggiunto dall’Italia nel campo dello standard 5G.

Come in altri paesi del mondo, soprattutto asiatici, anche in Italia si è già iniziato a sperimentare il nuovo standard. Nel corso del 2017, infatti, Huawei, TIM e Fastweb hanno iniziato le sperimentazioni con obiettivo il 2019, almeno in alcune città.

Secondo Moresi, infatti, “siamo ad un passo dal nuovo standard. L’obiettivo è raggiungerlo nel 2020. Il governo ha lanciato i trial, a marzo, in 5 città: Milano, Matera, Bari, L’Aquila e Prato. Posso già dire che la user experience per gli utenti in queste città, nel 2019, sarà in linea con quella che sarà disponibile in altri luoghi sotto i riflettori dei media, come la Corea del Sud”.

L’Italia è dunque in prima linea nello sviluppo e sperimentazione dello standard 5G. Grazie a Huawei, che ricordiamo ha già investito oltre 600 milioni di dollari, ed alcuni operatori telefonici, il nuovo standard di velocità sembra essere davvero dietro l’angolo.

Leggi anche:  5G: Vodafone ha iniziato la sperimentazione a Milano