instagram

Probabilmente oggi Instagram è il social più popolare al mondo, forse ancor più di Facebook, a causa della forte spinta che la piattaforma subisce dalla popolazione più giovane. La fascia di età che va dagli adolescenti sino ai 30enni è pazza di Instagram e delle sue funzioni, sempre più innovative sempre più fresche.

Per questo motivo, soprattutto negli ultimi mesi, si è venuta a creare una vera e propria “mania”, dove a regnare sono i numeri. Una fetta sempre più crescente di ragazzi e ragazze è alla ricerca di followers per aumentare la propria popolarità online e per essere sentirsi più vicina a star ed influencer. Sono nati a questo proposito nel tempo servizi che a pagamento offrivano seguaci fasulli utili solo a fare numero.

Questi seguaci in realtà sono dei bot, ovvero dei profili dietro cui non si nascondono persone fisiche, ma bensì delle macchine. I followers che vengono assegnati tramite i bot sono dei veri e propri automi: non sono in grado di commentare, di reagire, di mettere like e non postano nemmeno foto o video. Questa tipologia di utenza rappresenta l’8% degli iscritti totali, numero che non è assolutamente accettabile per i piani alti.

Per questo motivo Instagram sta pensando ad una pulizia generale per cancellare dalla sua piattaforma tutti questi profili fasulli. Come prima mossa il social andrà a cancellare Instagress, servizio che oggi è affermato come un vero e proprio negozio di followers. Successivamente poi, si attuerà una nuova stretta anche contro i profili fake, diversi dai bot, ma inquinanti allo stesso tipo.

Insomma, Instagram ne ha abbastanza degli “imbrogli” social e non vuole più sentir parlare di compravendita degli utenti. La pacchia è finita: tra poco bisognerà accontentarsi semplicemente della propria popolarità reale.