vertu-signature-touch-hands-on-2
Possiamo a tutti gli effetti definirlo uno smartphone per pochi, ma soprattutto non entusiasmante quanto ci si aspetta, vediamo lo smartphone di Vertu!

Come potenza hardware, siamo nella fascia standard per un top gamma, quindi non c’è da aspettarsi il device perfetto, partiamo infatti da uno schermo FullHD, una batteria da 2500mAh, uno Snapdragon 801 da 2.3Ghz, una fotocamera da 13Mpx posteriore e una anteriore da 2.1, di base lo troviamo con Android 4.4 KitKat, non manca connessione LTE, NFC, wifi e ricarica wireless.
Insomma, tutto ciò che attualmente troviamo in un normalissimo smartphone.

Il design è a metà tra il “futuristico” e il “tough”, ossia un design che sembra dare un aspetto molto robusto, molto particolare, creato da una accoppiata di pelle e metallo (o titanio) nella cover, ma allora, perché costa così tanto?
Beh, eccezione fatta per il marchio, troviamo altoparlanti stereo realizzati con un accordo con Bang&Olufsen con suonerie fatte dalla London Symphony Orchestra.

Leggi anche:  WhatsApp: ecco come risparmiare il traffico dati sui dispositivi iOS e Android

A iniziare dal prezzo, questo non è certamente lo smartphone adatto ad un utente comune, anche se la versione da 22 mila dollari, è la versione “evoluta”, nella versione base, che costa circa 10 mila dollari (comunque non da poco) che a differenza della versione da 22 mila dollari è fatto in metallo, mentre la versione “pro” in titanio.
C’è da dire che il design è studiato a fondo, in modo da garantire una ergonomicità di tutto rispetto, ma soprattutto il funzionamento alla temperatura corporea in modo da non avere mai tra le mani il classico smartphone riscaldato.

Insomma, è uno smartphone per pochi, ma con caratteristiche abbastanza evolute, soprattutto nei materiali, tra i quali ricordiamo pelle e titanio.

Voi cosa ne pensate?

[via]