Mediatek

MediaTek ha raggiunto un nuovo traguardo nel 5G alimentando per la prima volta uno smartphone con una connessione 5G Non-Terrestrial Network (NTN) in un laboratorio.

Attraverso un trasferimento di dati durante il test della rete Next Generation NodeB (gNB) di ITRI su un canale satellitare Low Earth Orbit (LEO) emulato in collaborazione con Rohde & Schwarz, MediaTek ha dimostrato di avere la capacità di poter supportare le comunicazioni satellitari tramite 5G.

Questo risultato è stato completato in un laboratorio MediaTek utilizzando apparecchiature di prova Rohde & Schwarz, emulando una costellazione di satelliti LEO realistica a 600 km di altitudine in cui ogni satellite si muove estremamente velocemente ( quasi 27.000 km all’ora in orbita). Il chip di prova è stato progettato per soddisfare la funzionalità definita dallo spettro 3GPP Release 17 per simulare effetti Doppler e variazioni temporali dei canali satellitari LEO.

Le parole della società in merito al nuovo record

Questa pietra miliare fa capire quanto siano importanti le innovazioni di ricerca e sviluppo 5G per Mediatek“, ha affermato HC Hwang, Direttore generale del sistema di comunicazione wireless e della partnership di MediaTek. “Con questo test, MediaTek ha convalidato con successo la capacità di connettere uno smartphone 5G alle reti satellitari, aprendo le porte allo sviluppo della rete satellitare 5G per portare connettività onnipresente in tutto il mondo”.

Gerald Tietscher, Vice President Signal Generators Product Division di Rohde & Schwarz, ha dichiarato: “La connettività è un obiettivo sociale importante e Rohde & Schwarz si impegna a fornire soluzioni di test e misurazione che aiuteranno a portare sul mercato le ultime tecnologie abilitanti“.

FONTEcorp.mediatek.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it