WhatsApp: il trucco con cui rubano l'account in 3 secondi, interviene la Polizia

Tenersi stretto ciò che ci appartiene è forse uno dei principi fondamentali su cui si basa il nostro senso di protezione. Effettivamente nessuno di noi vorrebbe che qualcuno portasse via ciò che ci appartiene. La stessa cosa funziona con WhatsApp, applicazione oggi fondamentale per comunicare sotto diversi aspetti. Ci sono però dei truffatori che non aspettano altro che una vostra disattenzione per penetrare all’interno del vostro account WhatsApp.

In realtà si potrebbe trattare anche di una fidanzata troppo gelosa o di un amico troppo invadente. Secondo quanto riportato infatti, bisognerebbe stare molto attenti quando si tiene attivo il proprio WhatsApp Web. Chiunque potrebbe infatti scansionare il codice e tenere attivo sul proprio smartphone una copia del vostro account. Addirittura i truffatori riuscirebbero a farsi consegnare attraverso un metodo ancora non è chiaro il codice di verifica, ottenendo il vostro account senza che vuoi neanche ve ne accorgiate.

 

WhatsApp: così possono rubarvi il vostro account, interviene anche la polizia di Stato

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”