blank

La pandemia di Coronavirus continua a correre in tutto il mondo, i contagi in questo momento sono sostenuti dalla variante Delta che sta portando avanti la carovana delle infezioni tenendo i Governi costantemente sotto scacco e obbligandoli a mantenere una linea di prevenzione davvero attenta.

Ovviamente i Governi sono tenuti a fare da faro guida ai cittadini e con essi le aziende sono obbligate a dover interagire con i propri dipendenti per un futuro ritorno sul posto di lavoro riuscendo dunque a imbastire una transizione sicura e attenta per evitare focolai di contagi.

Le aziende più grandi del mondo hanno ovviamente dovuto seguire delle linee guida, c’è chi ha scelto una linea più dura, come Facebook e Google, che hanno reso obbligatoria la vaccinazione per poter tornare sul posto di lavoro e chi invece, come Intel, una linea morbida, vediamo di cosa si tratta.

 

Un incentivo economico

Intel ha bandito un incentivo economico per i propri dipendenti, si tratta di 250 dollari per coloro che si sono già vaccinati e per coloro che intendono farlo, uniti a 100 dollari in buoni pasto per i lavoratori ad ore.

Questa è appunto definibile come una linea morbida che lascia ancora la possibilità di decidere senza mettere a rischio il proprio posto di lavoro, ecco le dichiarazioni del CEO di Intel:

Sono un tipo da dati e i dati mostrano che la vaccinazione è un elemento essenziale per porre fine a questa pandemia – ha detto Gelsinger nella mail – Il rischio di infezione tra gli individui vaccinati è ridotto di circa tre volte, e il rischio di malattia grave o di morte è ridotto di dieci volte o più.”