Xiaomi, Apple, AirTag, low-cost

In queste ore è emerso un nuovo brevetto depositato da Xiaomi riguardo un particolare dispositivo pensato per facilitare la vita degli utenti. La particolarità di questo device è che le feature ricordano molto quelle di Apple AirTag.

Nella descrizione del brevetto si può leggere che si tratta di un “metodo e un device per trovare gli oggetti“. La richiesta fa riferimento al numero CN106877911B e risale addirittura al 2017.

Xiaomi quindi sta lavorando ad una propria versione di smart tag da utilizzare per evitare di perdere oggetti importanti come le chiavi, il portafoglio o le borse. Il funzionamento rispecchierà quello degli AirTag di Apple e, in generale, di questa tipologia di device.

 

Xiaomi potrebbe star lavorando ad un proprio smart tag

Lo smart tag va collegato a ciò che si ritiene estremamente importante e che quindi si vuole ritrovare facilmente in caso di smarrimento. Attraverso il proprio device e l’applicazione dedicata è possibile collegarsi al device e ricevere informazioni sulla posizione esatta come la distanza dall’oggetto. In questo modo sarà più facile ritrovare gli oggetti, anche se sono finiti in posti nascosti alla vista.

Il vantaggio della soluzione Xiaomi rispetto a quella Apple sarà certamente il prezzo. Questo renderà più facile l’adozione degli smart tag da parte degli utenti. Inoltre, le funzionalità generali dovrebbero essere simili agli AirTag.

Purtroppo, al momento non conosciamo altri dettagli in merito ai device Xiaomi. La presenza del brevetto non assicura che il produttore sita effettivamente lavorando al prodotto nè che possa arrivare nel breve periodo. Infatti, il brand potrebbe aver scelto solo di assicurarsi un possibile progetto futuro in attesa di uno sviluppo successivo.