batterie-auto-tra-15-anni-problema-smaltimento-riciclo

Tutti si sono concentrati sull’impatto ambientale dei motori endotermici e hanno fatto bene. L’Unione Europea sta premendo affinché le auto diesel e benzina entro il 2035 non circolino più e non siano più prodotte dalle case automobilistiche. Si sono dimenticati però di un’altra cosa importantissima. È vero che le batterie auto sono indispensabili per garantire emissioni zero ai veicoli elettrici, ma tra 15 anni avremo un problema molto più grave del previsto.

Dove metteremo tutte quelle che saranno inutilizzabili? Secondo alcuni dati la produzione di batterie auto aumenta mediamente del 25% all’anno. Facendo alcuni calcoli, nemmeno troppo complicati, tra una decina di anni la quantità da smaltire sarà incredibilmente spaventosa. Che impatto avrà tutto questo con l’ambiente se non si troveranno metodi altrettanto ecologici per smaltirle o riciclare? Ecco i dettagli.

 

Batterie Auto: oggi sono una soluzione ma domani saranno un problema

Benedette le batterie auto che oggi sono una soluzione all’inquinamento dei motori di vecchia generazione a combustibile. Tuttavia domani saranno un serio problema. A denunciarlo è Paul Anderson, professore all’Università di Birmingham.

Attualmente infatti, secondo quanto ha dichiarato, risulta molto più facile riciclare le classiche batterie, ma molto più difficile è farlo con quelle delle auto elettriche. Essendo al litio, agli ioni e, quelle future, a stato solido i materiali di cui sono composte rendono pericoloso il loro smantellamento.

Secondo gli esperti dell’Università di Birmingham le case produttrici, insieme a quelle automobilistiche, si stanno attivando per trovare una soluzione, ma al momento siamo solo agli inizi. Sono pochissime infatti le realtà capaci di smaltire e riciclare le batterie delle auto elettriche.

 

In Italia c’è un’azienda che è un fiore all’occhiello

Nonostante tutte le complicanze del caso e la preoccupazione sul futuro dell’ambiente, in merito alle batterie auto, esiste Spirit, un’azienda tutta italiana. Fiore all’occhiello, ha saputo convergere passione, conoscenze e capacità in un lavoro importantissimo.

Questa infatti è l’unica azienda capace di riciclare oltre all’80% del contenuto di una batteria sia essa industriale che auto. Chissà come se la caveranno in futuro con quelle delle e-car.

FONTEla Repubblica