Mascherine covid19

La necessità di proteggersi dal virus è diventata sempre più crescente: mentre il resto del mondo si prepara a vivere una seconda ondata di pandemia e in Italia ci si chieda se l’uso delle mascherine sia effettivo o no, la ricerca e sviluppo non si ferma mai. Un nuovo prodotto promettente è dunque arrivato sul mercato, assicurando di poter proteggere gli individui grazie all’utilizzo ingegnoso di diversi materiali e tecnologie: scopriamo quali.

Mascherine: la LIGC Applications esplora nuove possibilità con il suo nuovo prodotto

Denominata Guardian G Volt la tecnologia adoperata dalla LIGC Applications è innovativa sotto tutti i punti di vista. Grazie a diversi materiali adoperati nella costruzione delle mascherine come il grafene che rappresenta un antibatterico naturale e un dispositivo che invia scarica ellittiche, la protezione offerta da questo dispositivo supera anche la tanto acclamata N95.

La sua efficienza, infatti,  è pari al 99% per quanto riguarda batteri e virus con una grandezza fissata a 0,3 micron, mentre scende all’80% per corpi di dimensioni minori.

Dotate di un caricatore USB, tali mascherine risultano essere ancora più comode visto che possono essere utilizzate plurime volte andando a scongiurare anche un secondo problema scaturito da questa pandemia ossia l’inquinamento nato a causa di una produzione inarrestata di dispositivi di protezione usa e getta.

Concludiamo, infine, asserendo che nonostante i grandi passi in avanti, queste mascherine non sono ancora pronte per il commercio. Speriamo che presto potranno arrivare così da permettere a chiunque di proteggersi totalmente dal virus, nell’attesa vi rammentiamo di utilizzare i dispositivi di sicurezza e protezione quotidianamente.