Uno sfondo manda in tilt lo smartphone rendendolo inutilizzabile

Eliminare delle foto dalla propria galleria è usuale e molto utile, soprattutto nei casi in cui gli album siano saturi e la memoria del telefono quasi al limite. Capita però, in alcune occasioni, di eliminare dal proprio dispositivo delle foto erroneamente commettendo, di conseguenza, un errore a cui si cerca in tutti i modi di rimediare. Grazie a dei trucchetti, per fortuna, recuperare tali files sui dispositivi Android è possibile, ma attenzione, non sempre fattibile.

Foto eliminate per sbaglio: ecco come recuperarle se avete uno smartphone Android

Le possibilità riservate agli utenti più sbadati sono svariate, ma oggi ne scopriremo due effettive e che, molto probabilmente, potranno aiutare a salvare moltissime foto.

Prima di vedere la soluzione più ideale e che tutti dovrebbero adottare per i propri files, iniziamo col dire che spesso e volentieri gli smartphone presentano un cestino nella loro galleria.  Al momento della selezione delle foto e della loro eliminazione, dunque, queste non vengono realmente cancellate dallo smartphone in maniera definitiva ma vengono spostate in quello che è un vero e proprio cestino spesso e volentieri denominato “eliminati di recente” ove è possibile trovare tutti i files indesiderati. Qui, nel caso questa configurazione sia presente sul proprio smartphone, sarà possibile ripristinare le foto eliminate per sbaglio e far tornare tutto alla normalità.

Nelle situazioni in cui, invece, il cestino non è una configurazione appartenente allo smartphone, la soluzione ideale per non cadere in errore è quella di affidarsi ad un sistema di storage riservato alle foto come Google Foto. Grazie a questo servizio (1,99 euro al mese per 100GB di spazio) e la sincronizzazione abilitata, ogni foto che farà capolinea sullo smartphone verrà automaticamente caricata nel Cloud andando a costituire una copia dell’originale che non subirà mai modifiche, neanche all’eliminazione dell’originale dal telefono.