Samsung, Galaxy Fold 2, Galaxy Z Flip, foldable

Dopo un CES 2020 molto interessante da parte di Samsung, si torna a parlare dei prossimi device in cantiere. L’azienda coreana attualmente è impegnata nell’ultima fase pre-lancio dei propri top di gamma Galaxy S20 ma soprattutto il successore del Galaxy Fold.

Lo smartphone pieghevole, ultimamente, è oggetto di parecchie indiscrezioni e leak che ne anticipano le feature. In particolare, una delle più importanti riguarda il nome. Il nuovo smartphone in grado di piegarsi non si chiamerà Galaxy Fold 2 come inizialmente si pensava, ma Samsung infatti ha optato per Galaxy Z Flip.

La particolarità di questo device è il cambio di rotta rispetto al precedente modello. Samsung ha optato per un design più simile a quello di Motorola RAZR con un’apertura a conchiglia. Questa scelta permette di mantenere le dimensioni compatte ma poter comunque contare su un display ampio una volta aperto completamente.

Il Samsung Galaxy Z Flip è sempre più vicino

Secondo Max Weinbach di XDA, il Galaxy Z Flip sarà caratterizzato da un System on a Chip Qualcomm Snapdragon 855. La motivazione di questa scelta da parte di Samsung è da ricercare nello sviluppo troppo avanzato dello smartphone al momento della presentazione del SoC Snapdragon 865.

Nonostante un processore della precedente generazione, le prestazioni non dovrebbero risentirne troppo. Per quanto riguarda la batteria invece, possiamo aspettarci una capienza da 3300mAh, esattamente quanto il Galaxy S10.

Questa combinazione di SoC e batteria potrebbe far sorgere qualche dubbio sull’autonomia complessiva del Galaxy Z Flip. Samsung potrebbe aver risolto i problemi di autonomia che affliggevano i Galaxy S10 con alcune modifiche all’OS ma resta da verificare sul campo le effettive migliorie