nube radiazioniUna nube tossica si staglia nei cieli di mezza Europa apparendo minacciosa e sinistra dopo la scoperta di un numero elevato di radiazioni. I fenomeni avversi in studio da parte degli scienziati sono stati correttamente catalogati mettendo fine ad un giallo che ossessiona le persone ormai da diverse settimane. Le preoccupazioni, la paura e tutti i timori vengono messi a tacere dai resoconti completi delle nuove indagini. Ecco che cosa è stato appena detto.

 

Scienziati risolvono la questione radiazioni europee dopo la fuoriuscita di gas tossici dalla centrale russa

Con una concentrazione cento volte superiore rispetto a quella registrata a Chernobyl la nube di Reutenio-106 si è spostata dall’epicentro russo all’area Mediterranea dell’Europa. Gli scienziati si sono messi subito in guardia di fronte a quella che inizialmente era stata indicata come una vera e propria catastrofe.

Intensi studi scientifici hanno portato ad una definizione del problema con un profilo radioattivo che ha smentito ogni ipotesi di contagio. Tutto è partito dalla centrale  nucleare di Majak, in Russia. Gli addetti alla sicurezza della società Rosacom hanno smentito l’allarmismo suggerendo che la presenza di valori così alti è stata dovuta alla caduta di un satellite nei pressi del sito.

I complottisti e coloro che non sono inclini a prendere per buone le affermazioni della società parlano di teorie buoniste per un problema che, forse, potrebbe essere peggiore di quanto sia stato dato a credere. Sarà così? Possiamo prendere per buone le affermazioni della compagnia? Per il momento dormiamo sonni tranquilli ma un macigno potrebbe gravare sulle nostre teste e sulle nostre inconsapevoli vite.