Un Beta tester di HongMeng, il sistema operativo sviluppato da Huawei, ha rivelato alcune informazioni sul nuovo OS al sito Web Huawei Central.

Un sistema operativo al quale l’azienda cinese starebbe lavorando attivamente da sette anni, per poi velocizzarne il perfezionamento negli ultimi mesi, in seguito alle tensioni sorte con il governo degli Stati Uniti, in modo da assicurare a chi è in possesso di uno smartphone Huawei un’alternativa ad Android. Si tratterebbe di un sistema operativo basato su Linux e il cui nome – HongMeng – è legato alla mitologia cinese, più nello specifico al “Caos Primordiale” che starebbe alle origini dell’universo.

Huawei: il suo sistema operativo è più veloce e sicuro di Android, ecco le prime caratteristiche

Quello sviluppato da Huawei è un sistema operativo che è stato pensato per connettere più oggetti contemporaneamente, quindi adatto all’Internet of Things, e potrà essere utilizzato anche per la guida autonoma.

Stando a quanto dichiarato dallo stesso fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, HongMeng OS sarà più veloce di Android (secondo alcune indiscrezioni fino al 60% più veloce), sarà compatibile con un maggior numero di dispositivi (e ciò fa pensare che il sistema operativo di casa Huawei sarà supportato anche da altri dispositivi prodotti dal colosso cinese, e non solo dai suoi smartphone) e persino più sicuro. Ren ha infatti chiarito che Huawei non terrà in alcun modo traccia dei dati degli utenti.

Leggi anche:  Huawei si aspetta una diminuzione delle esportazione del 60%

HongMeng OS presenta una nuova interfaccia di attivazione del telefono, con nuove animazioni, nuove opzioni di personalizzazione, nuove icone e un nuovo pannello per le notifiche. Presenta il supporto per l’Always On Display, introducendo nuovi widget, promemoria dei messaggi e una nuova schermata di blocco.

L’interfaccia dell’app Fotocamera, poi, dovrebbe essere molto più pulita ed intuitiva; sono state anche aggiunte nuove animazioni più fluide ed una barra di ricerca più grande.