Mole, la sonda dedicata al rilevamento della temperatura e facente parte della missione InSight di NASA, sembra aver aver avuto qualche problema. Secondo quanto riportato dagli ultimi dati rilasciati dall’agenzia del programma spaziale, il suo funzionamento sarebbe stato compromesso da un errore tecnico o, forse, da un imprevisto su Marte. 

NASA: la missione InSight rischia di essere compromessa? Ecco cosa sappiamo

La sonda sviluppata dal centro aerospaziale tedesco avrebbe dovuto funzionare a mo’ di talpa robotica, scavando nel terreno marziano fino ad una profondità di 5 metri. Nonostante ciò, qualcosa è andato storto durante questa fase e Mole, secondo quanto riportato, è rimasta bloccata a pochi centimetri sotto la sabbia. Dopo l’iniziale scavo, quindi, la sonda ha incontrato un ostacolo, il quale è difficile da diagnosticare visto che le visuale delle telecamere è attualmente bloccata.

Gli studiosi presuppongono che Mole abbia potuto trovare una grande pietra nella fase di scavatura: questa avrebbe, così, bloccato i suoi progressi dopo pochi centimetri. Altre teorie, invece, prevedono che il problema sia proprio la composizione del suolo. 

Leggi anche:  NASA: missione Artemis, in 5 anni inizieremo a vivere sulla Luna

Si torna a casa? No, ancora non è detto

A questo punto dei giochi, la missione InSight non è ancora compromessa e  potrebbe essere salvata in calcio d’angolo. Purtroppo, però, dobbiamo segnalare che la soluzione optata dal team di scienziati è piuttosto rischiosa ed il suo grado di riuscita non è sicuro al cento per cento.
Come si procederà? A quanto pare, il team cercherà di salvare la missione sfruttando il braccio robotico montato su InSight per liberare la visuale della camera. In base al responso di questa prima operazione si deciderà poi una via da seguire, ma se per errore la sonda Mole venisse trascinata fuori dal suo piccolo buco, il tutto andrebbe in fumo.