IPTV: incredibile, il servizio non funziona più e gli utenti ricevono una multa

Avere l’IPTV per molti può risultare certamente un’ottima soluzione visti i costi mensili che il sevizio detiene. Sono altrettanti gli utenti che non sanno che si tratta di qualcosa di estremamente fuorilegge.

Il servizio pirata infatti va avanti da diversi anni e lo fa nel modo più oscuro in assoluto. Infatti tutto ciò risulta illegale al massimo perché le organizzazioni vanno a trasmettere i contenuti di aziende come Sky, Premium e DAZN via internet e senza autorizzazione alcuna. Tutto avviene in maniera clandestina ma ora tutto sta cambiando. Infatti i numerosi esposti da parte delle aziende più influenti sul territorio, hanno portato a risultati che potrebbero essere definiti storici. (Per le offerte migliori di Amazon con tanti codici sconto, iscrivetevi al nostro canale Telegram, clicca qui per farlo)

 

IPTV: ora gli utenti tremano, il servizio potrebbe scomparire dopo la sentenza degli inizi di febbraio da parte del tribunale di Milano

Sono tanti gli utenti che ad oggi utilizzano l’IPTV e le statistiche registrate parlano di circa 2 utenti su 10 al sud e di 1 utente su 15 al nord Italia. Tali numeri preoccupano molto le aziende legali come Sky e le altre, per cui queste hanno ritenuto opportuno portare in procura alcuni esposti. 

Leggi anche:  IPTV: utenti felici ma non sanno di correre grossi rischi ogni giorno

Questi hanno finalmente scaturito delle conseguenze per l’IPTV. Infatti il tribunale di Milano ha emanato una sentenza che a tutti gli effetti dà scacco al servizio. Tutti i gestori maggiori che concedono la rete internet in casa, avranno l’obbligo di negare l’accesso all sito No Freeze IPTV, il quale addirittura concede tutto gratuitamente. Per ogni giorno di ritardo in quest’impegno a cui far fronte, le aziende subiranno una multa da 5000 euro.