Google ha rivelato diverse nuove funzioni di Google Assistant al CES 2019. Ciò include la notizia che Google Assistant sta arrivando su Google Maps, sia su Android che su iOS. Ciò consentirà agli utenti di utilizzare la voce per inviare l’ETA in un messaggio, rispondere a messaggi, riprodurre musica, podcast e cercare i luoghi sul percorso. Inoltre sarà possibile aggiungere una nuova fermata ed inviare automaticamente il tuo messaggio.

Naturalmente, non sorprende che gli utenti Android abbiano alcune funzionalità extra. Google ha detto che su Android, l’assiste virtuale lavora con applicazioni tipo SMS, WhatsApp, Messenger, Hangouts, Viber, Telegram, Messaggi Android e altro. Insomma, Google Assistant ora integreerà molte più app con cui interagire. Bisognerà vedere, però, quanto effettivamente potrà essere utile di quanto non lo sia già adesso.

Google vuole implementare il suo assistente ovunque

In più, Google Assistant lavorerà anche quando lo schermo del telefono risulta bloccato. Infatti sarà possibile utilizzare l’assistente virtuale direttamente dala schermata di blocco per mostrare ristoranti nelle vicinanze, impostare e chiudere gli allarmi, programmare promemoria e timer e attivare le query personali come aggiornamenti sul traffico e aggiornamenti del calendario, il tutto senza sbloccare il telefono. Questa funzione è attualmente disponibile per gli utenti di Google Pixel e verrà implementata su tutti i dispositivi Android nelle prossime settimane.

Leggi anche:  Android: 5 applicazioni a pagamento gratis solo questo venerdì, che occasione

Google Assistant Interpreter Mode

Un’altra grande funzione di Google Assistant che è stata rivelata è la modalità Interprete. Con esso, l’assistente di Google può aiutare gli utenti a tenere una conversazione in dozzine di lingue. Basterà dire qualcosa come “Ehi Google, sii il mio interprete francese” e riceverai in tempo reale la traduzione della tua conversazione (e scritta, su Smart Display).