Facebook

Il social network Facebook non se la sta passando affatto bene nell’ultimo periodo. Qualche mese fa è stata la volta dello scandalo Cambridge Analytica e solo qualche giorno fa, la grande falla nella sicurezza ha preoccupato milioni di utenti.

Milioni sì, perché gli hacker sono riusciti ad impossessarsi dei dati personali di ben 50 milioni di utenti. Oggi però vogliamo parlare del tempo concesso dalla piattaforma per riattivare un account cancellato, è stato aumentato a 30 giorni.

 

Facebook: 30 giorni per poter riattivare un account cancellato

Negli ultimi giorni si è parlato solamente dell’ultimo scandalo che ha coinvolto la piattaforma, non lasciando spazio ad alcune novità abbastanza importanti. Facebook ha infatti raddoppiato il periodo a disposizione degli utenti per cambiare idea e riattivare il proprio account cancellato. Non più due settimane ma bensì 30 giorni, questa è la decisione dell’azienda di Mark Zuckerberg.

Entro questo periodo di tempo, gli utenti possono cambiare idea e decidere di riattivare il proprio profilo cancellato, non perdendo nemmeno una pubblicazione. Il cambiamento è stato confermato al sito The Verge da un portavoce del colosso americano. La piattaforma ha infatti inserito molte più informazioni sulle tempistiche di cancellazione di un account.

Leggi anche:  Tim, Wind, Tre, Iliad e Vodafone tremano: addio agli smartphone con internet

Il social network, dopo 30 giorni, non andrà a ripristinare in modo automatico l’account, ma sarà inviata una richiesta all’utente. Se quest’ultimo è convinto della propria scelta, il suo profilo si cancellerà per sempre insieme a tutte le relative informazioni. Nella pagina di supporto viene anche spiegato che le tempistiche di eliminazione dei dati possono richiedere anche fino a 90 giorni. Un sondaggio del Pew Research Center ha svelato che il 26% degli utenti degli Stati Uniti ha disinstallato l’applicazione, tra i giovani la percentuale sale al 44%.