bici elettriche assicurazioneLa bici elettrica ha letteralmente riscritto un intero capitolo della mobilità stradale. Fin oggi, si è trattato di mezzi non assoggettati alle norme che disciplinano i mezzi di trasporto convenzionali, classificandosi esternamente alla zona dei veicoli da assicurare. Ma le cose stanno per cambiare, purtroppo in peggio.

 

Bici elettriche: dovranno essere assicurate e vi sarà l’obbligo del caso

La Commissione europea ha proposto una modifica netta della direttiva datata 2009, secondo la quale i cosiddetti “light power assisted bicycles” devono essere considerati come dei veri e propri mezzi di trasporto e, per questo, soggetti al pagamento dell’assicurazione proprio come le moto e gli scooter, per i quali vige anche l’obbligo di indossare il casco.

La notizia non piace a nessuno e per il momento si tratta di una proposta rimessa nelle mani del Parlamento Europeo e del Consiglio Europeo. Siamo abbastanza sicuri che una decisione positiva in tal senso provocherà non poco scompiglio nel contesto di un mercato appena nato che rischia di portare in auge la congestione cittadina dei mezzi.

In molti, infatti, si sono affacciati alla nuova idea di mobilità elettrica eco-sostenibile, ed una misura simile potrebbe affossare il mercato in quelle zone dove maggiore è l’incidenza di veicoli a pedalata assistita. Si pensi, ad esempio, alla Germania, dove ad oggi si contano circa 4 milioni di biciclette elettriche. In Belgio, poi,  il 45% delle vendite di biciclette è costituito da modelli a pedalata assistita, mentre l’Olanda vede un quarto dei suoi ciclisti ferrei sostenitori di questa nuova idea di mobilità.

A fare pressione sulla Commissione per una revisione delle decisioni prese è la ECF (European Cyclists Federation) un’associazione europea di ciclisti e partner dell’industria ciclistica elettrica. Si richiede, in particolare, che le bici elettriche non vengano considerate come veicoli a motore.bici elettriche casco obbligatorioNel frattempo, la stessa Commissione ha deliberato per la registrazione delle bici elettriche cinesi importate in Europa a causa di un mercato troppo conveniente che non genera concorrenza. Una decisione portatasi avanti dopo mesi di indagini che hanno condotto a dei resoconti che vedono la Cina sospettata di operazioni di dumping per margini che vanno dal 193 al 430%.

Ad ogni modo, secondo quanto riferito, si procederà solo temporaneamente a contrastare il fenomeno dumping, ed entro nove mesi dall’entrata in vigore di proceder al blocco della manovra, sebbene successivi rilevamenti per azioni scorrette possano portare in futuro a misure di sanzione più drastiche nei confronti dei governi e dei finanziatori.

Voi che cosa ne pensate in merito alla tematica assicurazione bici elettriche? Fateci sapere che cosa ne pensate lasciandoci un vostro commento.

Per la sezione Motori Hi-Tech, scopri anche: Audi e-tron, nasce l’auto senza specchietti