chromecast

Con l’ultimo aggiornamento, Google ha esteso le funzionalità del suo Chromecast per poterlo gestire dal telecomando del nostro televisore.

L’economico streaming dongle di Google adesso permetterà in comodità di poter gestire i contenuti trasmessi mediante il telecomando del nostro televisore. E’ logico però che non tutti i televisori sono supportati per questa funzione del Chromecast, a maggior ragione quelli più obsoleti; è diventata ufficiale con il nuovo firmware, che è il 27946; esso aggiunge il supporto ai classici comandi da telecomando: riproduci, pausa, stop, avanti, indietro.

Tutto ciò è possibile grazie al protocollo HDMI-CEC, che consente a più devices collegati mendiante HDMI di comunicare al meglio tra di loro.
Il protocollo CEC è utilizzato dal Chromecast sin dalla messa in commercio del primo esemplare che consente al dispositivo di prendere il controllo del televisore ed impostarsi come sorgente in maniera immediata.

Leggi anche:  Facebook e Twitter minacciati duramente da Donald Trump per la diffusione delle Fake News

Il motivo per cui non tutti i televisori sono compatibili con nuova funzione del Chromecast è presto detto: HDMI supporta il protocollo CEC a partire dalla versione 1.0, il che significa che parecchi televisori usciti precedentemente rispetto a tale versione dell’HDMI non possono avvalersi di questa funzione per incompatibilità.

L’unico modo per capire se il vostro televisore è compatibile o meno è quello classico: una bella prova su strada; attaccate il vostro Chromecast al televisore e provate a vedere se recepisce i comandi del vostro telecomando, ovviamente dopo averlo aggiornato.

Questo update sembra portare una gran bella comodità per l’utente nonostante non vada ad interessare tutte le versioni e tutte le case produttrici di televisori.