Android Oreo è ufficiale, questa volta Big G ha scelto uno dei biscotti più amati del mondo per identificare l’ottava versione del celeberrimo sistema operativo.

Android Oreo è stato annunciato ufficialmente: ecco le novità che ritroveremo sui nostri smartphone

L’ultima versione dell’os del robottino verde è pronto ad arrivare sugli smartphone di tutto il mondo (che riceveranno l’aggiornamento!). Sul sito ufficiale di Android è già possibile scoprire in dettaglio l’OS. In questo modo, anche chi non l’ha provato in beta ha la possibilità di scoprire tutte le novità!

Secondo Big G, sui device Pixel, il sistema operativo sarà addirittura due volte più veloce del suo predecessore. Inoltre, l’intervento del “background limits” ottimizzerà le performance energetiche dei device, gestendo l’attività delle applicazioni.

La funzionalità autofill si occuperà di memorizzare gli accessi delle singole app, una versione di Smartlock più intelligente. Con picture in picture è più semplice compiere più azioni contemporaneamente. La feature – ormai ampiamente conosciuta – permette di utilizzare due app nello stesso momento, riducendone una in versione quadrata.

Il controllo delle notifiche sarà possibile direttamente dall’icona delle nostre app preferite, basterà una pressione prolungata sull’icona della stessa.

Leggi anche:  Huawei Watch 2, Android Oreo porta con se un grave problema

Non solo nuove – ed utili – funzionalità, ben 60 nuove emoji direttamente nella tastiera stock Google sono pronte ad arricchire i nostri messaggi! Ormai, esprimersi senza è impossibile!

Con Android Oreo al via le Istant App, si apre una nuova era

Finalmente, con l’arrivo della nuova versione dell’OS saranno disponibili anche le Istant App. Si tratta di una vera e propria svolta! Per alcune applicazioni non ci sarà più bisogno di installazione, basterà infatti avviarle dal browser Web! In questo modo, le preziose memorie dei nostri device saranno al sicuro, così come le risorse energetiche.

I dispositivi Pixel saranno aggiornati già nelle prossime ore, mentre per i Nexus l’attesa sarà solo un po’ più lunga.  Il nuovo sistema operativo è pronto e le probabili liste dei device che riceveranno l’aggiornamento ci sono già! Speriamo solo che i tempi necessari per i diversi rollout non si riveleranno troppo lunghi!