Play Store

Android negli ultimi anni – cosa risaputa ed accettata ormai da tutti gli esperti di tecnologia – è diventato uno dei sistemi operativi più stabili sul mercato. Merito ovviamente di Google che è stata in grado di creare un processo di miglioramento e di crescita ineccepibile. Soprattutto in termini di sicurezza e vulnerabilità, il robottino verde oggi può a tutti gli effetti confrontarsi con iOS, obiettivo irraggiungibile almeno due anni fa.

Google ha da poco diramato i numeri riguardanti la sicurezza di Android nel 2016 e le cifre sono a dir poco incoraggianti. La ricerca di BigG ha analizzato vari aspetti del sistema operativo, dal download delle app alle intrusioni esterne. Il risultato che emerge è che ora l’OS è più difficile da hackerare con materiale informatico infettivo.

In particolar modo sono diminuiti i virus ed i malware associati alle app. Chi scarica contenuti da Google Play – unico marketplace ufficiale e sicuro per Android – ha un rischio quasi nullo di incontrare file non graditi. Il miglioramento è sotto gli occhi di tutti: il rischio di contrarre virus con il download di un’app è passato dallo 0,15% del 2015 allo 0,05% del 2016.

Nei 50 paesi dove attualmente è disponibile Android diminuisce anche il numero di intrusioni esterne, grazie alle numerose e sempre più frequenti patch dedicate alla sicurezza.

I numeri in questione si riferiscono al precedente anno solare quando – è importante ricordare – solo pochi device avevano a disposizione la nuova versione pluricelebrata dell’OS, Nougat. Questo particolare può essere ancor di più un vanto per Google, visto che Android 7.0 ad oggi rappresenta un sistema ancora migliore.