active s7
Galaxy S7 Active, differenze e somiglianze con il “fratello” S7

Gli incidenti accadono. E se siete inclini a quelli di percorso, allora potreste avere bisogno di un buon telefono. Deve aver pensato a questo Samsung quando, dal 2013, ha voluto per la linea Galaxy S un corpo più robusto e resistente all’acqua.

Il nuovo GS7 Active, quindi, migliora questa formula, con l’aggiunta di uno schermo infrangibile e resistente, un retro gommato, un telaio in metallo e una batteria decisamente performante rispetto al normale Galaxy S7. Si potranno ottenere le stesse prestazioni eccellenti, in termini di visualizzazione dell’immagine, che abbiamo già avuto modo di lodare dallo standard S7.

Anche se è più ingombrante rispetto al normale S7, Active è sorprendentemente sottile per un dispositivo dedito a queste performance. Il suo profilo snello lo rende maneggevole e confortevole nella maggior parte delle tasche. Mentre il Galaxy S7 e S7 Edge si caratterizzano per le finiture lucide e i bordi curvi, le caratteristiche di Active prevedono angoli rinforzati, che lo rendono di una misura più adeguata per chi lavora proprio per questa sua maneggiabilità. Active, inoltre, ha tasti di navigazione fisici, mentre questi su S7 sono capacitivi.

Un’altra differenza tra S7 e suo “fratello” è la cosiddetta Active Key, che si trova sopra il tasto del volume sul lato sinistro del dispositivo. Per impostazione predefinita, invece, è possibile lanciare il sistema di monitoraggio fitness del Samsung, Activity Zone, ma si può programmare anche l’impostazione per aprirlo dalla vostra applicazione preferita. Inoltre, lo doppia pressione del tasto Active apre la cosiddetta “zona di emergenza”, una funzione che consente di chiamare rapidamente o inviare un messaggio di SOS preimpostato.

Active S7 possiede anche uno slot microSD, così come un sensore di impronte digitali integrato nel tasto home – due caratteristiche che S6 dello scorso anno non aveva. In particolare, un sensore di impronte digitali renderà molto più sicura l’approvazione delle transazioni Samsung Pay.

Ma torniamo all’aspetto prettamente legato al design e alla robustezza. Innanzitutto, occorre precisare che Active S7 non è più impermeabile rispetto a S7 e S7 Edge. Tutti e tre i terminali, infatti, hanno lo stesso grado di protezione IP68 per la resistenza all’acqua, il che significa che possono resistere fino a 3 metri e 30 minuti di immersione. Tuttavia, S7 Active ha in più  uno schermo infrangibile, un corpo in metallo più forte e una parte posteriore in gomma che gli conferisce una buona aderenza. Può anche sopportare cadute da un massimo di 6 metri ed ha una batteria da 4,000mAh – un notevole miglioramento rispetto ai 3,000mAh del GS7. Grazie a questa sua robustezza, non comporta alcun problema riporlo in una borsa o zaino insieme a chiavi potenzialmente in grado di graffiarlo. E, anche dopo una caduta, il display non si frantuma, ma presenta una superficie liscia sebbene con qualche graffio.

Apprezzabile, per i patiti delle foto, la modalità fotocamera Aqua, che consente di scattare sott’acqua e utilizzare i tasti fisici. Certo, non saranno foto in subacquea, ma sicuramente potrete usufruire di questa funzione per avere un ricordo dei vostri tuffi in piscina.

Detto questo, la migliore caratteristica di S7 Acive non è necessariamente la sua capacità di “sopravvivere” agli incidenti o alla forza dell’acqua, ma un tutto tondo del prodotto stesso. È è fondamentalmente protetto da speciali materiali, ma il “corpo” stesso funziona grazie alla rapidità del chip Snapdragon 820 ed eccellenti telecamere. Queste ultime scattano foto meravigliose e nitide per mezzo dei cosiddetti sensori a doppio pixel.

Cosa c’è di diverso in S7 Active? Essenzialmente l’ergonomia. Sullo standard di S7, la cornice sottile del device e i bordi tondeggianti lo rendono forse meno stabile nella presa e a rischio di presa. Come ci si aspetterebbe, inoltre, grazie alla batteria più grande, Active dura più a lungo sia di S7 che S7 Edge. Su una carica completa, il primo è in grado di garantire una durata impressionante fino a cinque giorni di utilizzo. Questa capacità di resistenza in più significa che si può contare sul dispositivo senza preoccuparsi di rimanere senza smartphone.

Purtroppo, Active gira ancora con Android Marshmallow. è, per quanto riguarda riguarda alcune app o widget, basta andare in “tutte le applicazioni”: non è possibile disinstallarle, ma si può almeno disattivarle.