Netgear Arlo Q è una videocamera per la sorveglianza in grado di registrare video in FullHD, sia di giorno che di notte, e audio a due vie. Il tutto è salvato in cloud, con un abbonamento è possibile aumentare il numero di dispositivi collegabili.

A Barcellona abbiamo potuto vedere da vicino le videocamere per la sorveglianza di Netgear, tra queste c’erano quelle senza cavo e questa che abbiamo provato, dotata di un cavo dall’adeguata lunghezza.

Confezione, materiali, prezzo

recensione-netgear-arlo-q_1

All’interno della confezione di Arlo Q si trovano la videocamera, il cavo USB/microUSB, l’alimentatore, il supporto per fissare la videocamera alla parete e il manuale con la garanzia.

Il prezzo è di 209€ (su Amazon), è realizzata solo per l’interno e presenta un piccolo led che lampeggia quando è collegata alla presa di corrente. Una volta in funzione si collega automaticamente alla rete WiFi e a questo punto è possibile collegarla allo smartphone tramite apposita applicazione gratuita disponibile per Android e iOS.

[pb-app-box pname=’com.netgear.android’ name=’Arlo’ theme=’discover’ lang=’it’]

La videocamera di Netgear è realizzata interamente in plastica con una base che si può fissare al muro e una testa ampiamente movibile. Su un lato è presente il tasto per la sincronizzazione con lo smartphone.

Come funziona Arlo Q

arlo Q

La videocamera va connessa allo smartphone tramite applicazione. Attraverso l’app si può comandare Arlo Q, stabilire se deve o meno registrare in continuo, se rilevare audio e video o solo uno dei due ed è anche possibile parlare attraverso il microfono integrato grazie all’audio a due vie di cui è dotata.

All’apertura dell’app si ha accesso immediato al live nella sezione Videocamere. Ci sono altri due tab: Modalità e Libreria. Nella prima sono visibili le funzioni attive e quelle aggiuntive che possiamo personalizzare a nostro piacimento. Nella seconda troviamo tutti i video registrati.

La registrazione dei video in FullHD è realizzata grazie ad un sensore di 4MP. Il sensore è un grandangolo con un’ampiezza di 130 gradi che può registrare anche in notturna. I video vengono salvati in locale e visibili tramite applicazione anche in tempo reale. Si può osservare tutto quello che succede in casa oppure ovunque sia posizionata la videocamera.

Ottima la funzione geofencing che consente di rilevare la posizione dell’utente e, se nelle vicinanze della videocamera, permette di non registrare audio e video con buona pace per la privacy.

Quanto costa Arlo Q

Il prezzo sembra leggermente al di sopra di quello dei concorrenti, 209€, che offre un piano base gratutito. Per collegare più di 5 videocamere occorre sottoscrivere un abbonamento mensile.

recensione-netgear-arlo-q

Con il piano base gratuito si possono collegare fino a 5 videocamere e consente la registrazione dei video in cloud per una sola settimana. Con il piano Premier ci sono 30 giorni di registrazione dei video in cloud e 10 videocamere collegabili al costo di 8,99€ al mese. Infine, con Elite il costo è di 13,99€ mensili con i quali si possono collegare fino a 15 videocamere con registrazione per 60 giorni dei video con una capacità fino a 100GB. Solo con i piani a pagamento si può attivare la funzione di registrazione continua.

Conclusione

Arlo Q è una videocamera per la sorveglianza molto semplice da installare ed utilizzare. È vistosa e il led presente non aiuta a camuffarla (se questa è l’intenzione), ottima la gestione tramite applicazione che consente di fare bene diverse cose, il geofencing ad esempio.

La presenza del doppio audio, cioè si può sia ascoltare che parlare attraverso la videocamera, consente di intervenire quando ci sono animali in casa o bambini. Inoltre, la cosa per cui è realizzata, la sorveglianza, è quello che sa fare meglio. I video sono di eccellente qualità sia in presenza di luce che al buio completo.