Google Voice Access
Voice Access consentirà di comandare lo smartphone con la voce

Controllare il proprio smartphone con la voce. È quanto si propone di fare Google con la nuova app Voice Access che, dopo l’intelligenza artificiale di Facebook, consentirà ai propri utenti di controllare i propri device semplicemente con la voce.

È notizia di alcuni giorni fa quella secondo la quale il social network di Mark Zuckerberg avesse introdotto una funzione in grado di descrivere i contenuti alle persone non vedenti. Stavolta, il guanto di sfida è stato gettato da Google e dalla sua nuova app Voice Access.

Il funzionamento di questa app di Mountain View è davvero molto semplice. “Un modo per permettere a chiunque abbia problemi di vista di organizzare in piena indipendenza il proprio schermo“, spiega Eve Andersson, Manager Accessibility Engineering. Ad esempio, anche le funzioni di Google Docs si potranno attivare con i comandi vocali.

Utilizzando i comandi vocali sulla applicazione, questa consente di passare dalla schermata iniziale ad altre a scelta, nonché fornire assistenza nella modifica del testo e nella dettatura. “Per esempio, si può dire ‘aprire Chrome’ o ‘andare a casa’ per navigare con il telefono, o interagire con lo schermo dicendogli di ‘fare clic su Avanti’o ‘scroll’”, si legge nel blog.

Leggi anche:  Google Home Mini ufficiale: speaker piccolo e economico

La nuova funzionalità si basa sulla stessa tecnologia alla base di “OK Google”. Essa incorpora anche un sistema digitale; quindi, tutto viene eseguito dalle opzioni di un menu di applicazioni alle quali verrà assegnato un numero che si può dire ad alta voce per eseguire un compito. Questi miglioramenti dovrebbero aiutare Android ad essere più “accomodante” nei confronti di tutti gli utenti. iOS di Apple, ad esempio, ha da sempre incluso strumenti analoghi per le persone con disabilità, deficit di vista o di udito e difficoltà motorie.

Al momento, della nuova funzione si segnala l’estrema velocità ed elaborazione di comandi abbastanza complessi. Almeno, a detta di quanti hanno già avuto modo di provarla. L’app, infatti, è disponibile ora in versione beta. Big G fa sapere che la versione finale di Voice Access dovrebbe essere distribuita sul Play Store gratuitamente molto presto.