Apple potrebbe accontentare i propri utenti permettendo dalla versione 9.3 di iOS di disinstallare alcune applicazioni native utilizzate poco. La notizia, se venisse ufficializzata, verrebbe accolta con grande felicità soprattutto da tutti quei possessori di iDevice che hanno tagli di memoria da soli 16 GB.

iOS 9.3: gli utenti da 16 GB forse possono festeggiare

La mancanza di spazio nel proprio smartphone è una di quelle criticità che gli utenti non riescono proprio a mandar giù. A lamentarsi sono soprattutto coloro che acquistano versioni con tagli di memoria non proprio generosi, da 8 e 16 GB ad esempio. Gran parte di questo spazio, però, viene occupato sia dal sistema operativo, sia da alcune app preinstallate nel dispositivo Di solito queste app cosiddette native non possono essere disinstallate. Tutto ciò riduce al minimo lo spazio di archiviazione già non molto grande.

Il sistema operativo mobile di Apple, però, potrebbe apportare interessanti novità in merito. La versione 9.3 di iOS (ancora in fase di beta testing) potrebbe permettere agli utenti che possiedono un iPhone, un iPad o un iPod Touch di disinstallare alcune app che sono già precaricate nel sistema ma che ai più non offrono alcuna utilità.

Leggi anche:  Android: queste app vi ruberanno i dati, non scaricatele

Fra queste applicazioni ci sono ad esempio Borsa, Bussola, Memo Vocali, Salute, iBooks, News (attualmente disponibile solo in alcune aree geografiche in cui l’Italia non è inclusa, ndr). Visto il fatto che si tratta di numerose app “innutili” o meglio inutilizzate, la quantità di spazio sprecata è pressoché considerevole. Se iOS 9.3 offrisse la possibilità agli utenti Apple di disinstallare questi applicativi, sarebbe sicuramente una cosa molto gradita.