puls

Puls smartwatch by Will.i.am è un dispositivo indossabile che si presenta come un bracciale ma funziona come uno smartwatch, in grado di consente di effettuare chiamate senza bisogno di uno smartphone vicino e si controlla tramite voce.

Il Puls smartwatch è sponsorizzato da Will.i.am, che crede molto nelle potenzialità dei dispositivi indossabili, non solo gli smartwatch. Il frontman dei Black Eyed Peas ha presentato il Puls smartwatch, che più che un vero e proprio smartwatch si presenta come un bracciale alla moda, durante un evento che si è tenuto Mercoledì a San Francisco.

Molti dei dettagli sul dispositivo, che sarà disponibile da AT & T negli Stati Uniti e O2 nel Regno Unito, sono ancora poco chiari, ma Will.i.am ha promesso che il Puls smartwatch sarebbe stato messo in vendita in tempo per Natale. Grazie a Mashable è stato possibile dare un’occhiata in anteprima a questo nuovo dispositivo indossabile.

Hands-on del nuovo Puls smartwatch

L’aspetto più evidente del Puls smartwatch è rappresentato dalle sue dimensioni, davvero enormi. Esso si differenzia molto da tutti gli altri SmartWatch in circolazione, e infatti lo sponsor Will.i.am insiste sul fatto che questo dispositivo non è un orologio ma un “polsino“. Al momento del lancio, il Puls sarà disponibile solo come taglia unica, ma successivamente saranno aggiunte altre opzioni. Nonostante le sue dimensioni, comunque il dispositivo non è molto pesante. Il dispositivo è alloggiato in un involucro di plastica con una chiusura magnetica e ha perni di carica sul retro.

Le specifiche relatve alla durata della batteria e alla carica non sono ancora state rivelate, ma l’azienda promette una durata della di un giorno intero con un uso tipico e che il tempo di ricarica sarà pari a quello degli smartphone.

Il piccolo display touchscreen è luminoso e nitido, anche se le specifiche relative al display devono ancora essere rivelate. A differenza del display del Moto 360 SmartWatch (che ha anche avuto dei problemi col display), che rimane sempre acceso, lo schermo del Puls si spegne dopo un periodo di inattività.

Il dispositivo indossabile è dotato di 3G e dispone di uno slot per la SIM sul lato. E’ destinato a funzionare come dispositivo autonomo (proprio come il Samsung Gear S), senza bisogno di avere uno smartphone vicino, che sarà in grado di utilizzare il proprio numero di telefono inserendo la SIM.

Leggi anche:  Suunto 3 Fitness, lo smartwatch interamente pensato per il mantenimento della forma fisica

Mentre alcuni degli elementi del Puls smartwatch sono già visti sugli altri dispositivi, è chiaro che tutta l’interfaccia utente è stata realizzata in modo da renderlo un dispositivo unico, al quale ha contribuito notevolmente Will.i.am. Quando si utilizza il dialer per fare una telefonata, per esempio, la sua voce nomina le cifre che vengono composte. L’intero dispositivo è basato sul controllo vocale chiamato AneedA, che è stato costruito da Nuance, la stessa società dietro Siri. AneedA è in grado di riconoscere i comandi vocali per telefonare, dettare testi, creare eventi nel calendario, inviare tweet su Twitter e riprodurre musica. Nelle sue applicazioni, il Puls smartwatch utilizza una piccola tastiera predittiva che appare nella parte inferiore dello schermo e che funziona bene con le gesture. La tastiera è stato sviluppata da Minuum, che ha anche sviluppato tastiere per Android Wear e Google Glass.

Al momento del lancio, il Puls smartwatch è dotato di funzionalità cellulare (per effettuare chiamate come un normale telefono), lettore musicale, calendario, Facebook, Instagram, Twitter. Ma la piattaforma più tardi includerà anche altre applicazioni di terze parti, tra le quali un’app per i pagamenti, un client Salesforce, Vibe +, un’applicazione in grado di rilevare le emozioni in base al tono della voce, e Humin, un’app contatti che riorganizza la rubrica telefonica sulla base delle relazioni.

Non si sa ancora quando il Puls sarà disponibile o quanto costerà, ma la star dell’hip hop ha promesso che il bracciale intelligente sarà in vendita “in tempo per le vacanze” e costerà “meno di uno smartphone.” Attendiamo quindi con ansia l’arrivo di questo bracciale/smartwatch all’ultimo grido.

via