messenger-e-la-piattaforma-piu-popolare-per-le-videochiamate

Si può dire che l’epidemia ha accelerato l’adozione diffusa delle videochiamate. Ci stiamo abituando a vederci online, che si tratti di chiamate professionali, di Facetime con gli amici o di interazioni su Skype. Per questo motivo, Facebook ha indubbiamente deciso di implementare le videochiamate su Messenger, che possono servire a diversi scopi e dare alle chiacchiere un ulteriore spessore.

La piattaforma Messenger di Facebook supporta sia le conversazioni video individuali che quelle di gruppo (con un massimo di 50 partecipanti) nelle “Messenger Rooms”, che funzionano in modo simile ai ritrovi virtuali dove gli amici possono passare a chiacchierare.

Messenger è disponibile su Android e iOS

Oltre 700 milioni di persone telefonano ogni giorno con Facebook Messenger, che è una delle applicazioni di telefonia più popolari al mondo. È gratuita, funziona su un’ampia varietà di dispositivi in tutto il mondo e offre una serie di utili funzionalità di comunicazione (tra cui la videochiamata).

L’applicazione Messenger può essere scaricata dall’App Store o da Google Play per i dispositivi iOS o Android. Messenger ha anche un software desktop per Windows e macOS. È vero che Facebook Messenger non sta ridefinendo il modo di comunicare online, ma presenta alcuni vantaggi rispetto ad altre app di messaggistica, come il fatto che non è necessario scambiarsi il numero di telefono. Se la persona che si desidera chiamare è già uno degli amici di Messenger, basta comporre il suo numero.

Il sito Web di Facebook e l’applicazione Web Messenger indipendente forniscono entrambi l’accesso a Messenger. Per avviare una videochiamata, è sufficiente aprire una discussione nella chat con la persona o il gruppo con cui si desidera parlare, quindi fare clic sul pulsante di videochiamata.

Articolo precedenteSistema Solare, se visto dallo spazio può sembrare una bolla di sapone
Articolo successivoKena Mobile: prorogata You&Kena fino al 24 gennaio 2023
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.