Smartphone

Da un po’ di tempo è stato sdoganato ufficialmente un dubbio di molti, ossia se il collezionismo fosse vivo o meno nel nostro Paese. A quanto pare, è più vivo che mai e a dimostrare questa tesi è il fatto che ci sono moltissimi collezionisti che farebbero qualsiasi cosa pur di arrivare a degli oggetti che secondo loro sono altamente rari e preziosi. Di fatto, ci sono vari oggetti a cui ambiscono, come francobolli, sneakers, SIM e monete rare. Oggi andremo a parlare nel dettaglio degli smartphone del passato, i quali oggi sono ricercati da moltissime persone.

Come detto prima, molti utenti farebbero qualsiasi cosa pur di accaparrarsi anche uno solo di questi esemplari e i motivi sono due: il primo è che sono molto rari e, ai fini del collezionismo, potrebbero rappresentare un’ottima soddisfazione per chi li possiede. Il secondo, invece, riguarda i venditori, i quali possono vendere un pezzo ad una cifra veramente molto alta.

Smartphone del passato: i modelli più ricercati da tutti i collezionisti

I modelli che andremo a vedere di seguito sono delle vere e proprie pietre miliari della telefonia e, chi ha avuto la fortuna di vivere a cavallo degli anni ’90, è perfettamente a conoscenza di ciò di cui stiamo parlando. Di fatti, questi modelli disponevano di funzioni molto semplici e non avevano a disposizione app o sistemi operativi. Una delle cose che oggi è ampiamente sfruttata mentre prima no è la batteria, la quale era seriamente inesauribile. Ecco di seguito la lista degli smartphone del passato che valgono tantissimo:

  • Ericsson T28 (valore 100 euro);
  • Nokia 8810 (valore 100 euro);
  • Nokia 3310 (valore 150 euro);
  • Motorola Razr V3 (valore 150 euro);
  • Motorola StarTAC (valore 150 euro);
  • Nokia E90 Communicator (valore da 200 a 500 euro);
  • Nokia 9000 Communicator (valore 500 euro);
  • Mobira Senator (valore 1000 euro);
  • Apple iPhone 2G (valore da 400 a 1000 euro);
  • Motorola DynaTAC 8000x (valore 1000 euro).