tim-down-di-rete-clienti-senza-connessione

Brutta caduta per TIM che trascina nel baratro molti suoi clienti non solo legati all’operatore telefonico, ma anche ai suoi servizi. Situazioni simili si stanno ripetendo ogni giorno mandando su tutte le furie gli utenti che pagano regolarmente per un servizio che poi si vedono togliere. Scopriamo insieme cosa è successo al noto provider italiano e cosa possono fare tutti coloro che si trovano ad affrontare questi problemi. Ecco i dettagli.

 

TIM: down di rete lascia senza connessione molti clienti

Mercoledì 15 settembre, nel tardo pomeriggio, Downdetector ha lanciato l’allarme facendo seguito alle diverse segnalazioni inviate sul suo sito internet da molti utenti TIM. L’operatore telefonico italiano è andato in down di rete provocando disservizi su tutto il territorio nazionale.

Questa volta però non è mancata la risposta di TIM che, dal suo account Twitter ufficiale, si è resa disponibile a fornire assistenza. Una buona cosa visto che spesso, quando sovente gli operatori hanno problemi di rete, il silenzio la fa da protagonista.

 

Cosa fare in caso l’operatore avesse problemi di rete

Purtroppo però questi casi stanno diventando sempre più frequenti mettendo in difficoltà diversi utenti che con la connessione e la rete telefonica ci lavorano. Come affrontare una situazione simile come quella successa da poco a TIM?

È chiaro che, trattandosi di down di rete, il problema non riguarda il dispositivo o un errore commesso dall’utente. Perciò la prima cosa da fare è portare pazienza. Cercare di capire al momento quali sono le funzionalità ancora disponibili e così avvisare del problema i contatti più importanti.

La seconda cosa da fare è consultare quei servizi dedicati che raccolgono le segnalazioni degli utenti in difficoltà. Ce ne sono diversi, ma il più dinamico e accreditato è Downdetector. Sulla sua pagina iniziale basterà cliccare sull’icona del servizio da monitorare, come ad esempio TIM. Ci si può iscrivere anche al suo account Twitter in modo da ricevere in tempo reale tutte le notifiche.

Terza e ultima cosa da fare è quella di contattare il proprio operatore telefonico, in questo caso TIM, per capire se ci sono nuovi sviluppi e magari le tempistiche di attesa prima che il problema venga risolto.

Concludiamo col ricordare che i down di rete non coinvolgono solo gli operatori telefonici, ma anche altri servizi. Quindi Downdetector potrebbe rivelarsi un ottimo alleato da consultare al momento del bisogno.

FONTEDowndetector