tempesta solare

Un’intensa e potente tempesta di radiazioni solari, una delle piu’ grandi degli ultimi 4 anni ha viaggiato a una velocità stimata di 1,6 milioni di chilometri all’ora colpendo la Terra domenica 11 luglio.

Un flusso “ad alta velocità” di particelle altamente cariche è stato lanciato in direzione della Terra da un buco nell’atmosfera del Sole. Secondo gli astronomi, fenomeni del genere potrebbero innescare una piccola “tempesta solare” nella magnetosfera terrestre, la regione che protegge il pianeta dalle particelle cariche di energia inferiore e protegge il campo magnetico terrestre.

Una volta che entrano nella magnetosfera, le particelle potrebbero forse essere guidate ulteriormente nelle linee del campo magnetico e penetrare nell’atmosfera terrestre vicino ai poli nord e sud, come descrivono gli scienziati.

Impatto causato dalla tempesta solare

Poiché le particelle altamente cariche provenienti dall’atmosfera solare con velocità elevate vengono accelerate a grandi frazioni della velocità della luce verso la Terra, è probabile che vengano causati diversi fenomeni significativi. “Quando i protoni energetici si scontrano con i satelliti o gli esseri umani nello spazio, possono penetrare in profondità nell’oggetto con cui si scontrano e causare danni ai circuiti elettronici o al DNA biologico“, ha spiegato lo Space Weather Prediction Center in un comunicato sabato 10 luglio.

Si prevedeno per il futuro inoltre diverse conseguenze S1 (Minor Radiation Storm) o eventi  molto più elevati come la collisione con un satellite. I passeggeri e l’equipaggio di velivoli ad alta quota ad alte latitudini possono essere esposti al rischio di radiazioni. La tempesta solare può paralizzare le reti elettriche, bloccare le comunicazioni satellitari e causare pericolosi livelli di radiazioni.

Quando i razzi vanno in orbita, possono creare uno strato nella ionosfera in grado di assorbire onde radio ad alta frequenza (HF) che possono interrompere la comunicazione radio, altre comunicazioni ad alta frequenza e, in rare occasioni, i sistemi di posizionamento globale.