Cina sbarca su Marte

La Cina è finalmente sbarcata su Marte. Come annunciato ufficialmente, infatti, la sonda Tianwen-1 ha toccato il suolo del Pianeta Rosso dopo aver lasciato la Terra il 20 luglio 2020. Si tratta di un evento molto importante e significativo per questa nazione e che ha dimostrato quanto sia potente dal punto di vista tecnologico.

 

La Cina sbarca sul Pianeta Rosso con la sua sonda Tianwen-1

Come già accennato, anche la Cina è quindi riuscita ad atterrare sul Pianeta Rosso tramite la sua missione spaziale senza pilota per mezzo della sonda nota con il nome di Tianwen-1. Nello specifico, questa sonda ha poi rilasciato il rover Zhurong che ha quindi toccato la superficie di Utopia Planitia, ovvero un’area collocata nell’emisfero settentrionale di questo pianeta.

Il rover è stato chiamato Zhurog in quanto per la mitologia cinese vuol dire Dio del Fuoco. Si tratta di un evento importantissimo e di grande valore per tutta la Cina e per il mondo. Il presidente Xi Jinping, in particolare, si è subito complimentato con il team di ricercatori e di scienziati che hanno partecipano per portare a termine questa missione: “Avete tracciato le orme del popolo cinese su Marte, ponendo un’altra pietra miliare nello sviluppo della nostra ricerca spaziale, portandola a guidare il mondo nel sistema interplanetario”.

Zhurog è un rover costruito con sei ruote con un peso di 240 kg ed è alimentato tramite energia solare. Nel corso dei prossimi tre mesi, quest’ultimo sarà essenziale per esplorare a fondo la superficie del pianeta Marte, analizzando vari campioni di roccia presenti su di essa.

VIAcorriere.it