covid

Ritorna l’incubo del lockdown in molte regioni d’Italia. Tra poche ore, con la presentazione dei nuovi dati epidemiologici da parte del Ministero della Salute, alcuni territori potrebbero trovarsi in zona rossa, a seguito della crescita dei casi Covid. Particolare attenzione è riservata a Campania, Emilia Romagna e Lombardia.

La presenza delle varianti del virus sta portando ad una terza ondata di casi Covid in Italia. Gli esperti sono maggiormente preoccupati dalla cosiddetta variante inglese, una mutazione del patogeno molto più contagiosa e trasmissibile.

Covid, l’Italia è a rischio lockdown ma ci sono dati che lasciano sperare

Ad un anno dall’inizio dell’incubo Covid, quindi, l’attenzione resta ancora alta e i cittadini sono chiamati nuovamente a comportamenti responsabili per contrastare la diffusione del virus. Tuttavia, a differenza dello scorso mese di Marzo, oggi c’è un’arma decisiva in più: quella dei vaccini. 

In Italia la vaccinazione prosegue sui ritmi europei, nonostante le difficoltà delle scorse settimane per l’approvvigionamento di sieri. L’obiettivo della primavera sarà quello di  velocizzare il processo della vaccinazione arrivando a circa 600mila iniezioni al giorno. 

Proprio la vaccinazione rappresenta l’arma decisiva contro il Covid. Dai paesi dove vi è un tasso superiore di vaccinati arrivano dati a dir poco incoraggianti. Sia in Israele sia in Regno Unito, il numero dei casi Covid è stato più che dimezzato nel corso dell’ultimo mese. Al tempo stesso, anche le ospedalizzazioni si sono ridotte del 40%. L’impatto delle vaccinazioni infine è stato determinante anche per evitare casi gravi tra gli over 75, da sempre i più suscettibili al virus.