WhatsAppFacebook sta mal gestendo i rapporti con gli utenti dopo lo scivolone del comparto privacy avutosi con la nuova policy di WhatsApp. Ad ogni modo il team di Menlo Park conta di recuperare al più presto l’errore a partire dagli inediti aggiornamenti dell’app che nel corso dell’anno verranno proposti tanto per gli utenti Android che per quelli iOS e versione Desktop.

Le promesse dello sviluppatore in merito al nuovo volto da conferire all’applicazione saranno molto probabilmente mantenute così come siamo stati abituati nel tempo. L’obiettivo è sempre lo stesso, ovvero dare filo da torcere ai rivali Telegram e Signal che hanno di recente approfittato della leggerezza del direttivo. Ecco cosa arriverà e cosa è già arrivato a sorpresa per tutti.

 

WhatsApp: tante novità in arrivo con una già distribuita e passata inosservata

Per porre rimedio alla perdita di utenti il servizio di messaggistica da miliardi di iscritti conta di rimescolare le carte in gioco per consegnare un poker di funzioni ai suoi utenti. Al momento è apparsa quella relativa alla personalizzazione degli sfondi che non si applica a livello globale ma si può applicare singolarmente per ogni chat. A questo punto restano da sviscerarne ancora tre di cui si è parlato ma che sono ancora una chimera.

La prima funzione WhatsApp in arrivo è quella per il supporto multi-device attraverso cui ci sarà dato permesso per l’uso contemporaneo di un solo profilo su più dispositivi. Cosa già possibile con Telegram ma negata con l’app made by Facebook. Il limite prefissato sarà di ben 4 dispositivi.

In dirittura d’arrivo anche la feature Leggi Dopo grazie alla quale sarà possibile fissare il messaggio in testa alla chat considerata allo stesso modo di Telegram. In questo modo potremo leggerlo nel momento più opportuno avendo una finestra in sovra impressione all’interno della conversazione.

Per finire ci troveremo in mano l’implementazione delle chiamate e videochiamate WhatsApp Web da usare rispettivamente tramite microfono o webcam della piattaforma Desktop in nostro possesso. Senz’altro comoda come funzione considerando che al momento tale opzione ci è negata e prevede l’uso esclusivo del telefono.