Il colosso Microsoft ha recentemente trovato nei suoi sistemi codice malevolo riferito al recente attacco informatico. Non sono stati compromessi i dati degli utenti.

Il presidente eletto Joe Biden ha dichiarato che farà della sicurezza informatica una priorità assoluta. Scopriamo insieme tutti i dettagli sul caso.

 

Microsoft vittima di un attacco informatico USA

Anche Microsoft ha dichiarato di avere individuato nei suoi sistemi software malevolo legato al recente attacco informatico che ha colpito soprattutto gli Stati Uniti. Come molte altre società nel mondo, Microsoft utilizza la piattaforma di rete Orion sviluppata da SolarWinds che, tramite una modifica di parte del suo codice, ha concesso ai sospetti cybercriminali russi di intrufolarsi anche in alcuni Dipartimenti degli Stati Uniti.

In una nota del 17 dicembre, Microsoft ha riferito: “Come altri clienti SolarWinds, abbiamo cercato attivamente gli indicatori di questo aggressore e possiamo confermare che abbiamo rilevato i codici modificati di SolarWinds nel nostro ambiente, che abbiamo isolato e rimosso. Le nostre indagini, che sono in corso, non hanno trovato assolutamente alcuna indicazione che i nostri sistemi siano stati utilizzati per attaccare altri.

Secondo una fonte di Reuters, ai fini dell’attacco i cracker si sarebbero concentrati sulle offerte cloud di Microsoft evitando l’infrastruttura aziendale, ma la società non ha dato ancora risposte circa la tecnica utilizzata. Inoltre, sembra che l’attacco a Microsoft non sia servito da vettore per il colpo ai Dipartimenti del governo americano.

Biden ha detto che rafforzerà ulteriormente le partnership con il settore privato ed estenderà gli investimenti nelle infrastrutture e nelle persone che intende difendere contro gli attacchi informatici. Biden si concentrerà sulla dissuasione degli avversari americani nell’usare attacchi di questo tipo, imponendo costi sostanziali, anche in coordinamento con alleati e partner.