rimborso palestra CoronavirusCausa Coronavirus molte persone sono state costrette a rinunciare a palestra ed abbonamenti a centri sportivi amatoriali ed agonistici. Il pagamento è stato anticipato a vuoto e sono in tanti a chiedersi come riuscire ad ottenere, entro i limiti previsti dalla normativa vigente, il tanto atteso rimborso. Scopriamo come fare seguendo le linee guida essenziali.

 

Come ottenere il rimborso per l’abbonamento in palestra

Ad entrare nel merito della questione è il team di Repubblica che si concentra su una questione che riguarda milioni di italiani. Alcuni centri sportivi danno contezza di recuperare il tempo perduto con un posticipo del termine di validità delle sottoscrizioni.

Massimiliano Dona – presidente dell’Unc, Unione Nazionale Consumatori – tiene a precisare che:

 “il cliente è libero di accettare o meno l’opzione dello stop momentaneo. Se il contratto prevede un numero di ingressi da usare senza scadenze di tempo, è ragionevole che possa servirsene una volta finita l’emergenza. Ma in caso di abbonamento mensile o annuale, con ingresso libero, ha sempre diritto al rimborso della parte di quota della quale non potrà usufruire”.

L’attuale normativa legislativa vigente ammette il rimborso per qualsiasi servizio o attività sportiva per la quale non si siano potuti godere i vantaggi per cause indipendente la volontà del cliente. Motivo per cui è possibile presentare un responso alla società o all’Ente affinché si riceva la restituzione di quanto speso in questo periodo di forzata quarantena. Lasciateci pure le vostre testimonianze e seguiteci per ulteriori aggiornamenti su nostro sito ed attraverso tutti i nostri canali online.